• Menu utente
  • Avatar utente

    LoginIscriviti

    Nome utente:


    Password:

Oggi è domenica 28 maggio 2017, 10:43


Benvenuto Anonymous!    Iscriviti  oppure effettua il  Login       

Iscriviti a SardegnaIsland

Dal cuore del mare emerge il territorio sardo che vi stupirà per quanto vasti e mutevoli siano i paesaggi, le tradizioni e gli accenti. "Quasi un continente". Se ami la Sardegna, sei arrivato nel posto giusto. Iscriviti, così farai parte attiva di questa comunità.

Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Moderatori: skywalker, Cuore Rossoblu, thaitu, Collaboratori

Regole del forum
Per un corretto utilizzo del forum prima di postare invito a leggere il regolamento, le FAQ e le info e spiegazioni sul forum Amministrazione, grazie. I nuovi iscritti troveranno molto utili le informazioni che sono inserite in questo link:
viewtopic.php?f=8&t=7

Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Messaggioda solara il martedì 26 giugno 2012, 17:39

Immagine
Il Museo Nazionale “Giovanni Antonio Sanna” di Sassari


SALA PREISTORICA

Il Museo Nazionale “Giovanni Antonio Sanna” di Sassari
costituisce il principale ente museale dell'intera area centro settentrionale della Sardegna; la struttura è un organismo polivalente, con una pinacoteca e ricchezze archeologiche ed etnografiche di notevole pregio (alcune provenienti da donazioni private, altre frutto di scavi archeologici da parte della locale Soprintendenza).
La sezione archeologica espone testimonianze oggettive che abbracciano un lunghissimo arco temporale: dal paleolitico al medioevo........

SALA PREISTORICA
Immagine

E' dedicata ai più antichi reperti rinvenuti nell’isola; questi ultimi con una datazione che parte dal Paleolitico Antico fino a toccare l' Età del Bronzo Antico ( da 500 mila anni fa fino al 2000 a.C. circa)
Non si tralasciano le testimonianze fossili delle foreste pietrificate dell'Anglona (Comuni di Perfugas, Laerru e Martis), con frammenti di tronchi fossili di diverse specie del Miocene.
Dal medesimo contesto geografico (in provincia di Sassari) provengono i reperti litici del Paleolitico Inferiore, i più antichi della Sardegna ritrovati in diverse località dei territori di Perfugas e Laerru.
Seguono le esposizioni dei reperti (dal Paleolitico Superiore/Preneolitico alla prima età del Bronzo) della Cultura di Bonnanaro, dalla Grotta Corbeddu di Oliena (Nuoro): calchi dei più antichi frammenti scheletrici umani della Sardegna, ossa di faune estinte (cervo Megaceros Cazioti - visibile anche nella teca al centro della sala - e Prolagus Sardus) reperti litici microlitici e strumenti d'osso della Cultura di Bonu Ighinu ed infine frammenti ceramici e litici della prima età del Bronzo.
Il percorso prosegue con reperti del Neolitico Antico: materiali della Grotta Verde (Alghero), della Grotta di Filiestru (Mara) e della Grotta dell'Inferno (Muros) e frammenti della Cultura di Bonu Ighinu (Neolitico Medio) ed ancora reperti dalla grotta Sa Ucca de Su Tintirriolu di Mara del Neolitico Medio (Cultura di Bonu Ighinu) e Recente (Cultura di Ozieri), con materiali dalla Grotta Sa Korona di Monte Majore di Thiesi e delle grotte di S. Michele e Bariles di Ozieri che hanno dato il nome alla cultura preistorica; vasi in pietra da Dolianova (CA) e collane con vaghi di pietra dalle tombe a circolo di Li Muri e di La Macciunitta (Arzachena, OT).
Ad adornare le pareti della sala alcuni calchi di protomi taurine provenienti da diverse domus de janas della provincia di Sassari.
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

......A seguire...le sale successive...che vedremo presentate in seguito :)
Frangar, non flectar...(mi spezzerò ma non mi piegherò...) -Lucio Anneo Seneca-
Avatar utente
solara
Sardo
Sardo
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Messaggioda skywalker il martedì 26 giugno 2012, 18:50

Complimenti Solara per come tratti l'argomento!!! per la bellissima immagini che rendono benissimo l'idea dei reperti conservati in questo importante museo :ymapplause: :ymapplause: :ymapplause:
Immagine
Immagine


Disegno i sogni e coloro la realtà
Avatar utente
skywalker
Amministratore
Amministratore
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Messaggioda Cuore Rossoblu il mercoledì 27 giugno 2012, 11:04

anch'io sono stata al Museo Sanna, lo scorso anno in occasione di "Monumenti aperti", è molto bello e ben curato :-bd
ImmagineImmagine
Avatar utente
Cuore Rossoblu
Sardus Pater
Sardus Pater
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Messaggioda solara il mercoledì 27 giugno 2012, 22:28

Immagine
Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari


SALA DI MONTE D'ACCODDI

SALA DI MONTE D'ACCODDI
Immagine
http://www.flickr.com/photos/pilar_torres/7172917631/sizes/n/in/photostream/Immagine


La sala successiva è interamente dedicata al monumentale altare di Monte d'Accoddi di Sassari, monumento di età prenuragica, dalle caratteristiche uniche nel suo genere, in Sardegna come in tutta Europa.
Pannelli esplicativi, (immagini virtuali tridimensionali) ologrammi e reperti degli scavi testimoniano la presenza umana nel territorio medesimo già prima della costruzione del tempio(età neolitica).
Evidenziate le due fasi architettoniche dell'altare prenuragico: il cosiddetto Tempio rosso ed il successivo Tempio megalitico che si sovrappose al primo.
Pregevoli ceramiche pointillé e di stile S. Ciriaco - pertinenti alle prime fasi abitative e una serie di reperti riferibili aella Cultura di Ozieri.
Non mancano gli strumenti d’osso (punteruoli, aghi, spatole, fiocine) e fittili per tessere (pesi e fusaiole), punte di freccia di ossidiana, accette litiche e asce di pietra levigate, frammenti in rame, coltelli e strumenti di selce;
bellissimi gli idoletti femminili e una stele in granito, tutti di stile "cicladico".
Sono altresì presenti numerosi reperti appartenenti alle culture di Monte Claro, del Vaso Campaniforme e di Bonnanaro, tutti pertinenti all’ultima frequentazione del Santuario.

ImmagineImmagine

Immagine
(figura 1: fronte, figura 2:retro)
ImmagineImmagine

ImmagineImmagine

Immagine

Immagine
Immagine
Ultima modifica di solara il domenica 1 luglio 2012, 19:12, modificato 1 volta in totale.
Frangar, non flectar...(mi spezzerò ma non mi piegherò...) -Lucio Anneo Seneca-
Avatar utente
solara
Sardo
Sardo
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Messaggioda solara il sabato 30 giugno 2012, 20:52

Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Immagine
Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari


SALE DELLE TOMBE IPOGEICHE E MEGALITICHE
ImmagineImmagine


Queste sale sono dedicate alle tombe ipogeiche (domus de janas) e alle tombe megalitiche (dolmen e tombe di giganti): gli oggetti esposti provengono quasi tutti da una decina di siti della Sardegna centro settentrionale; le necropoli hanno regalato reperti prevalentemente dell’età del Rame e della prima età del Bronzo (Culture di Filigosa e Abealzu, di Monteclaro, Campaniforme e di Bonnanaro), ma anche materiali dell’Età del Bronzo Antico e Medio, sia di domus de janas sia di tombe megalitiche (dolmen e tombe di giganti) la cui esposizione preannuncia la pregustazione dei reperti caratterizzanti le fasi dell’Età del Bronzo e del Ferro entro le quali si sviluppò la Civiltà Nuragica (i reperti sono allocati nelle esposizioni del piano superiore ..che vedremo in seguito…)
Immagine Immagine

Ampia risulta l’esposizione di oggetti delle culture eneolitiche di Filigosa e Abealzu, pezzi provenienti dalla Necropoli di Filigosa (Macomer, NU) dalla domus de janas di Santu Pedru (Alghero) ed ancora, reperti rinvenuti in diverse domus de janas della necropoli di Su Crucifissu Mannu (Porto Torres) e dalle domus di Abealzu e Sos Laccheddos (Osilo e Sassari); vi sono inoltre bellissime testimonianze riguardanti la Cultura di Ozieri. In esposizione anche preziosi manufatti provenienti da alcune tombe ipogeiche del sassarese, un ampio repertorio di vasi a campana e i cuencos (Cultura Campaniforme); ma anche brassard (“bracciali da arciere”), punte di freccia e pendagli di canini di volpe e bottoni….
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

l'interessante esposizione comprende anche un focolare in pietra da una domus de janas della necropoli di S. Andrea Priu di Bonorva ..
Immagine Immagine
.. lungo le pareti sono collocate in posizione allineata le splendide statue-menhir da Genna Arrele di Laconi e quelle più piccole da Nurallao, dell’Eneolitico.
ImmagineImmagine
Testimonianze pregevoli provengono dal sito di Corona Moltana di Bonnanaro(da cui prende il nome...), dalle domus de janas di Noeddale (Ossi), di S. Giovanni (Viddalba) e di Taulera (Alghero) - (da cui proviene anche un secondo esemplare di cranio trapanato..) - e dalla tomba di giganti di Su Monte de S'Ape (Olbia) dalla quale provengono sia reperti della Cultura di Bonnanaro che nuragici (tegami e recipienti con la tipica decorazione a pettine).
Immagine Immagine

ImmagineImmagine
Altri reperti provengono da tombe ipogeiche nuragiche (Sa Figu, Ittiri, S'Iscia ‘e Sas Piras, Usini e La Dana di Lu Mazzoni, Stintino) o di tipo misto (Oridda, Sennori) o dalle tombe di giganti (Coddu Vecchiu e Li Lolghi, Arzachena, Palau, Birori e dalla tomba a circolo n. 6 di Li Muri, Arzachena), ed ancora testimonianze dal dolmen di Funtana 'e Casu, Muros e dalle tombe “a poliandro” di S. Giuliano (Alghero) e di Ena 'e Muros (Ossi).
Spiccano anche vasi e punteruoli di bronzo con manico d'osso da Ittiri e Sennori e vari pugnali;
Immagine
Immagine

fuori vetrina troviamo un vaso da Su Crucifissu Mannu, un bacino rettangolare di terracotta dall'insediamento di Sa Turricula (Muros), un “chiusino” di domus de janas da S'Iscia ‘e Sas Piras (Usini) e due dalle tombe di giganti di Abealzu (Sassari) e di Mesu 'e Rios (Thiesi)……
Immagine
Immagine

………ed alcune testimonianze di ignota località.
Immagine
Immagine
Immagine
Frangar, non flectar...(mi spezzerò ma non mi piegherò...) -Lucio Anneo Seneca-
Avatar utente
solara
Sardo
Sardo
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Messaggioda solara il giovedì 5 luglio 2012, 19:53

Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Immagine
Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari


GRANDE SALONE DI ESPOSIZIONE FENICIO PUNICA E ROMANA
ImmagineImmagine



All'inizio del percorso, in fuori vetrina troviamo una scultura funeraria punica: trattasi di un
cippo bruciaprofumi di arenaria con iscrizione funeraria.

Immagine


Lungo le pareti anche dei bassorilievi da S'Imbalconadu (Olbia), una Stele da Sulcis (isola di S. Antioco) e varie anfore a siluro. Il materiale fenicio-punico proviene prevalentemente da Tharros, penisola del Sinis, Cabras (OR), come il suddetto Cippo (del tipo a bruciaprofumi in Pietra arenaria e riolitica)-Civiltà punica - VI - IV sec. a.C.-): il monolite è composto da una sezione inferiore tronco piramidale con listello e da una parte superiore a gola egizia con disco solare, sormontata dalla vaschetta bruciaprofumi. Sulla faccia è ben evidente un’iscrizione dedicata a Baalzabel moglie di Azerbaal. Tracce di pittura di colore rosso si intravedono sui listelli (-necropoli di Tharros-).

Scarabei egiziani ed egittizzanti in steatite e in pasta vitrea (600-500° a.C.)

Immagine
Immagine


O punici, di pietra dura e d’importazione (500-300 a.C)

Immagine


Ed una fornitissima coroplastica votiva……..

Immagine
Immagine
Immagine


Oggetti di età punica in terracotta..

Immagine


Collane, bracciali e spilloni in pasta di vetro…

Immagine
Immagine
Immagine


Bracciali e oggetti d’ornamento e di uso quotidiano in bronzo e argento…

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine


in avorio, Cabras Oristano –Tharros- (VII-IV a.C.)

Immagine
Immagine
Immagine


..e d’oro: oreficeria punica (7oo-400 a.C.)

Immagine


Ma anche anfore, brochette e lucerne ed una imponente collezione di reperti –coroplastica fenicio punica- (VI-III a.C.), tra cui spicca una bellissima maschera fittile (maschera ghignante con funzione apotropaica).
Immagine
Immagine

L’esposizione prosegue verso la sala nuragica……..
Ultima modifica di solara il venerdì 6 luglio 2012, 8:29, modificato 1 volta in totale.
Frangar, non flectar...(mi spezzerò ma non mi piegherò...) -Lucio Anneo Seneca-
Avatar utente
solara
Sardo
Sardo
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Messaggioda skywalker il giovedì 5 luglio 2012, 21:38

Complimenti Solara per l'accuratezza e la profusione nei dettagli con i quali stai descrivendo questo bellissimo museo, dove al interno vi è tanto della nostra storia.
Immagine
Immagine


Disegno i sogni e coloro la realtà
Avatar utente
skywalker
Amministratore
Amministratore
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Messaggioda solara il venerdì 6 luglio 2012, 0:56

grazie skyw... ormai manca poco al termine ;)
Frangar, non flectar...(mi spezzerò ma non mi piegherò...) -Lucio Anneo Seneca-
Avatar utente
solara
Sardo
Sardo
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Messaggioda solara il lunedì 9 luglio 2012, 22:24

Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Immagine
Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari


SALONE MEDIOEVALE E ROMANO, INGRESSO ALLA SCALA
DEL SALONE NURAGICO

Immagine


Ci avviciniamo alla grande scala che porta al piano superiore, dove è situata la sezione nuragica, ed attraversiamo l’ultimo salone al piano terra con l’esposizione di lucerne di epoca Romana, ceramiche, vetri e bronzi, armi, un Medagliere ma anche mosaici, esempi di sculture e statuaria, ancore ed iscrizioni…

Immagine


La sala romana è dedicata particolarmente alla città di Turris Lybissonis, l’odierna Porto Torres, fondata dai romani forse per volere dello stesso Cesare o da Ottaviano, nel I secolo a.C.( Turris era per condizione giuridica - colonia Iulia-, questo sarebbe confermato dalle iscrizioni turritane, in cui Iulius/a risulta il gentilizio più documentato fra la cittadinanza) ; la sala termina l’esposizione con testimonianze di epoca medievale.
http://www.museosannasassari.it/index.php?it/100/i-reperti-e-le-opere-pi-significative-presenti-nelle-raccolte-museali&paginate_pageNum=2

Immagine
http://www.museosannasassari.it/index.php?it/100/i-reperti/47/mosaico

Siamo ormai giunti ai piedi della scala che porta alla Sala Nuragica e ad accoglierci ammiriamo alcuni calchi di betili (calco di uno dei betili femminili della tomba di giganti di Tamuli -Macomer, NU-) ……

Immagine

e due stupende e rare sculture antropomorfe in calcare: teste di guerrieri con elmo di probabile età nuragica, località Tresnuraghes di Ossi ….

Immagine


e S. Giovanni di Viddalba…….

Immagine

Ora superiamo la gradinata……………………

………………..l’esposizione prosegue verso la sala nuragica…… :)
Frangar, non flectar...(mi spezzerò ma non mi piegherò...) -Lucio Anneo Seneca-
Avatar utente
solara
Sardo
Sardo
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Messaggioda solara il giovedì 12 luglio 2012, 12:13

Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Immagine
Museo Nazionale “G. A. Sanna” di Sassari

Aprirei una piccola parentesi per mettere in risalto le rarissime testimonianze ritrovate fin’ora in Sardegna relative alla statuaria-betilo, con rappresentazione di volto umano -versione guerriera- : caratteristica predominante e comune è la raffigurazione del tipico elmo nuragico (crestato e cornuto), in alcune immag. Si può ancora distinguere quella che era la sede di incasso dei corni…(vedi guerriero di Viddalba..)
Immagine
Immagine
Immagine
Il reperto è stato scoperto in una parte non ben precisata di Monte S. Giovanni di Viddalba (SS).
In assenza di elementi probanti che consentano di meglio precisare la cronologia e l’attribuzione culturale della Testa do Guerriero di Bulzi (SS), questa scoperta, tuttavia, consente di inquadrare, dall’analisi delle caratteristiche intrinseche, il reperto tra i prodotti della Sardegna preistorica, in una fase di evoluzione ideologica e di sviluppo artistico dove dal simbolismo delle statue menhir si passa ai betili conici e troncoconici fino all’antropomorfismo (segnato dalle testimonianze della più raffinata tecnica di lavorazione della pietra, rappresentato dal complesso statuario di Monte Prama di Cabras ), attraverso la fase intermedia testimoniata dai reperti di Bulzi, Viddalba ed Ossi.

e la tipica forma crestata dell’elmo nuragico (..anche nel betilo -guerriero di Ossi-)
Immagine

la caratteristica si ripete in altro esemplare ritrovato in zona di Bulzi e ospitato nel Museo di Perfugas (SS) che riporto a visione …
Immagine
Esso raffigura una testa di guerriero (29x21x47), a fondo piano, in calcare bianco, lisciata, salvo i punti di irregolarità naturali, le sbrecciature e le abrasioni.
Il volto è rappresentato schematicamente mediante due tagli laterali (diversamente profondi), a segnare le arcate orbitali e gli occhi (due fori cilindrici profondi) e che impostano il naso, danneggiato da una frattura antica) di forma trapezoidale.
Al di sopra di esso un elmo, con visiera frontale sporgente ad angolo acuto, nella cui parte superiore sono ricavati due grossi incavi per l’inserzione delle corna, di cui ne residua un frammento. Il reperto ha forti correlazioni con l’esemplare ritrovato a Viddalba.
Le sculture sopra riportate, tutte del nord Sardegna, rientrano in un filone che potremmo definire del tipo “proto-statuario nuragico”, successivo alla produzione dei cosiddetti “betili ad occhi" (o "oragiana") e precedente alle bellissime statue antropomorfe ritrovate in monte Prama.
Immagine

Ora ammiriamo il repertorio nuragico…… :)
Frangar, non flectar...(mi spezzerò ma non mi piegherò...) -Lucio Anneo Seneca-
Avatar utente
solara
Sardo
Sardo
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 
Prossimo

Ritorna a I Musei sardi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

  • Info utenti
  • Login
    Nome utente:

    Iscriviti
    Password:

    Ho dimenticato la password
    Collegami in automatico ad ogni visita
    Nascondi il mio stato per questa sessione

    Per eseguire il login devi essere registrato. La registrazione richiede solo pochi secondi e garantisce l’accesso alle funzioni avanzate. L’amministratore puó anche dare permessi speciali agli utenti. Prima di eseguire il login assicurati di aver letto i termini d’uso e le varie regole.

    Condizioni d’uso | Trattamento dei dati personali

  • VOTA SARDEGNAISLAND
  • forum.gsgonnesa.it Primo di categoria Tra i primi 10 In classifica 10000 punti ottenuti 50000 punti ottenuti sito Sito d'argento Sito Gold
  • Meteo Sardegna
  • Donazione
  • Utenti più Attivi
  • skywalker
    Nome utente Messaggi

    skywalker
    Sito web

    209457
    Cuore Rossoblu
    Nome utente Messaggi

    Cuore Rossoblu


    15632
    thaitu
    Nome utente Messaggi

    thaitu


    11873
    Mizar
    Nome utente Messaggi

    Mizar


    11739
    trix18
    Nome utente Messaggi

    trix18
    Sito web

    7083
    rambo
    Nome utente Messaggi

    rambo


    6873
  • Visite
  • Geolocation
  • Info RSS
  • RSS 2 Feed Forum
    RSS 2 Feed Allegati
  • Siti Amici
  • Content inhere...
  • Ascolta la radio
  •  

    Apri Radio in popup


    Scarica Flash Radio qui

  • Ritrovaci su Facebook
  • Fasi delle Terra e della Luna
 Risposte recenti
 Google Notizie

Chi ha letto questo argomento?

1 l'utente che ha letto questo argomento: solara (2)

Live Support