• Bentornato su SardegnaIsland

Dinamo Sassari

Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9232
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 6 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Re: Dinamo Sassari

Messaggio da skywalker » 17/09/2018, 13:41

La Dinamo supera il Limoges 73-65 e conquista il City of Cagliari

Immagine

Una vittoria più pesante come valore quella ottenuta sul Limoges. Il Banco di Sardegna batte anche i francesi 73-65 e come l'anno scorso conquista il trofeo del quadrangolare organizzato al PalaPirastu dalla Federbasket sarda.

Entrambe le squadre non erano al completo, ma le assenze erano poche. Curioso che sia Sassari sia Limoges fossero senza il play, Smith per i biancoblù e Perrantes per i francesi.

La squadra di Esposito ha divertito ancora il pubblico: buonissima difesa (citazione per il diciottenne Diop che è già pronto) e gioco molto fluido in attacco, con propensione al contropiede.

Proprio dai canestri realizzati in fuga da Thomas, Polonara e Spissu nasce il vantaggio più consistente del primo tempo: 38-24.

Dopo l'intervallo la Dinamo continua a condurre in doppia cifra nonostante percentuali mediocri nel tiro da tre e si rivede Polonara come ala piccola e Diop anche come alapivot.

Il Limoges prova ad affidarsi ai muscoli e alla malizia di Samuels, ex Milano, ma la tripla di Spissu segna il +17, nel frattempo però esce per falli Cooley.
Solo nel finale i francesi provano a rimettere in dubbio la gara (69-62 al 37') ma un'entrata di classe di Petteway, nominato Mvp, chiude i conti. Tabellino Dinamo: Spissu 9 punti + 5 assist, Marzaioli, Smith ne, Bamforth 12, Petteway 7, Devecchi, Magro 2, Gentile 2, Thomas 14, Polonara 10 punti + 11 rimbalzi, Diop 5, Cooley 12. All. Esposito.


Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9232
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 6 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Re: Dinamo Sassari

Messaggio da skywalker » 15/10/2018, 11:33

Basket, aperitivo con sorrisi per la Dinamo
Prima vittoria in campionato per gli uomini di Esposito. Varese battuta 71-60

Immagine

SASSARI. Il Banco di Sardegna Sassari non stecca all'esordio casalingo in LegaBasket. Nel lunch match al PalaSerradimigni, valido per la seconda giornata di campionato, la squadra di coach Vincenzo Esposito batte l'Openjobmetis Varese 71-60. Una partita mai in discussione, anche se va riconosciuto ai ragazzi di Attilio Caja di essere sempre rimasti in corsa e di aver provato sino all'ultimo a invertire l'inerzia di una gara che il Banco, a parte lo 0-2 iniziale, ha condotto dall'inizio alla fine. Il successo dei biancoblù è frutto di una prestazione difensiva molto intensa. Al di là di qualche piccola amnesia, figlia di meccanismi ancora in fase di rodaggio, Sassari ha reso la vita difficile ad Avramovic, top scorer di Varese con 19 punti.

Ancora assenti i due play Smith e Spissu, per Esposito è stato fondamentale poter inserire in regia l'ultimo arrivato alla corte del presidente Stefano Sardara, l'uruguaiano Luciano Parodi. Questo ha consentito al tecnico casertano di poter dosare il minutaggio di un ispiratissimo Gentile, autore di un break decisivo all'inizio della terza frazione, e restituendo il talento di Scott Bamforth alla fase realizzativa, e l'americano col passaporto kosovaro ha ripagato con una prova da 24 punti. Assenze per infortunio a parte, la vittoria di oggi consente a Sassari di presentarsi al debutto nella Fiba Europe Cup nelle migliori condizioni fisiche e psicologiche: mercoledì sarà di scena sul campo del Leicester
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9232
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 6 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Re: Dinamo Sassari

Messaggio da skywalker » 28/10/2018, 20:32

La Dinamo suona la sesta: vittoria anche contro Torino
Continua la striscia positiva del Banco di Sardegna. In Piemonte finisce 96-82 per i sassaresi

Immagine

Non si ferma più il Banco di Sardegna.

La temuta Fiat riesce a stare dietro alla squadra sassarese solo per 24', poi Sassari innesta le marce alte e con un break di 34-10 in dieci minuti decide la partita e resta all'inseguimento della coppia Milano-Venezia. Finisce 96-82, ma il vantaggio ha toccato anche i 24 punti.

Sassari parte forte nel primo quarto e va anche a +11 (27-16) grazie alle triple di Petteway, l'esuberanza di Thomas e la solidità di Cooley prima e Magro poi sotto canestro.

Dove Torino non arriva col talento, arriva con l'esperienza degli italiani Poeta e Cusin che impediscono alla Dinamo di prendere il largo, anche perché i biancoblù lasciano qualche rimbalzo di troppo all'avversaria.

E nel secondo quarto si accende Cotton che promuove il recupero che porta gli ospiti a -1 con due liberi di Rudd: 43-42 al 19'.

Si sblocca Bamforth e Polonara segna su contropiede: i biancoblù vanno al riposo con meno ansia: 49-42. Nella terza frazione Torino con atletismo e talento si porta a ridosso: 53-51 al 24' con Taylor che schiaccia dopo una rubata.

Il temperamento di Gentile e Polonara dà la sveglia alla Dinamo che produce un break di 17-6 per iniziare l'ultimo quarto sul massimo vantaggio, +15.

Il fossato diventa burrone con due triple di Petteway e il tap in di Diop: 80-58 al 32'.

Addirittura +24 dopo una tripla di Cooley e un canestro da sotto.

SASSARI: Spissu ne, Smith 5 Bamforth 13 Petteway 16 Devecchi, Magro 4 Pierre 7 Gentile 6 Thomas 12 Polonara 16 Diop 2 Cooley 15 All. Esposito.

TORINO: Wilson 6 Rudd 19 Anumba ne, Carr 8 Guaiana ne, Poeta 7 Delfino, Cusin 5 McAdoo 7 Taylor 8 Marrone ne Cotton 22 All. Galbiati.
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9232
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 6 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Dinamo Sassari

Messaggio da skywalker » 10/01/2019, 10:22

La Dinamo stravince a Cipro e continua la corsa in Europe Cup
I sassaresi hanno battuto la Petrolina Aek 89-96

Immagine

Missione compiuta. La Dinamo sbanca il campo di Larnaca e prosegue il suo cammino nella seconda fase della Fiba Europe Cup. I ciprioti della Petrolina Aek sono stati superati per 89-96 e il Banco resta secondo con due vittorie in 3 partite. Non una gara indimenticabile, dato anche il livello degli avversari, ma i sassaresi di Esposito hanno centrato l’obiettivo di ottenere i 2 punti, limitando quanto possibile il dispendio di energie in vista del match di sabato, a Desio contro Cantù, decisivo per la qualificazione

alla Final Eight di Coppa Italia. Cinque i sassaresi in doppia cifra, con Thomas mattatore della serata (20 punti e 7 rimbalzi), Cooley come sempre dominante (19) e Pierre in gran forma (10+6). Per Bamforth 12 punti nonostante una pessima serata al tiro (4/14)
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9232
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 6 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Dinamo Sassari

Messaggio da skywalker » 16/01/2019, 12:18

Basket, la Dinamo ingaggia anche Justin Carter
Dopo aver chiamato Tyrus McGee a coprire l'inattesa falla che si è creata nel roster con l'infortunio di Scott Bamforth, il presidente Stefano Sardara e il general manager Federico Pasquini portano per la prima volta in Italia la guardia-ala del Maryland

Immagine

SASSARI. Secondo colpo in un solo giorno per la Dinamo Sassari Banco di Sardegna. Dopo aver chiamato Tyrus McGee a coprire l'inattesa falla che si è creata nel roster con l'infortunio di Scott Bamforth, il presidente Stefano Sardara e il general manager Federico Pasquini portano per la prima volta in Italia la guardia-ala Justin Carter. Nato nel Maryland, 32 anni, è alto 193 centimetri e pesa 91 chili. Ha ottime doti atletiche, buone capacità difensive, grande fisicità ed esperienza. Ha disputato per due volte l'Eurolega con Galatasaray e Pinar Karsiyaka. Arriva dal Kazakistan, dove nell'ultimo anno ha vinto con la maglia dell'Astana campionato e coppa.
L'ingaggio di Justin Carter compensa il taglio di Terran Petteway, la cui avventura a Sassari è finita da alcune settimane. Coach Esposito avrà a disposizione una squadra lunga e profonda in vista del girone di ritorno, che inizia nel prossimo weekend, e della Final Eight di Coppa Italia, alla quale Sassari si presenta come sesta classificata nel girone d'andata e sfiderà ai quarti Venezia, che ha chiuso al terzo posto. Il Banco vanta in bacheca i due trofei vinti a Milano e a Desio nel 2014 e nel 2015. Anche se l'assenza di Bamforth è un colpo durissimo per gli equilibri appena ottenuti dai biancoblù, i due arrivi di oggi sono la migliore reazione della società e mettono Esposito nelle condizioni di affrontare la seconda parte della stagione con tutte le carte in regola per fare bene in Italia e in Europa.
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9232
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 6 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Dinamo Sassari

Messaggio da skywalker » 19/02/2019, 8:56

Final Eight, la Dinamo dà spettacolo e vola in semifinale

Immagine

Impresa della Dinamo contro Venezia. I sassaresi vincono 88-89 al termine di una gara dominata per tre quarti dai lagunari. I biancoblù, guidati dal coach Pozzecco, hanno vinto all'ultimo secondo con uno splendido canestro di un gigantesco Cooley. Il Banco vola così in semifinale e affronterà la vincente tra Brindisi e Avellino.
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9232
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 6 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Dinamo Sassari

Messaggio da skywalker » 21/02/2019, 8:04

Il Banco tira il fiato e pensa a ricostruire
Per coach Pozzecco ora si apre una fase fondamentale

Immagine

Zero a zero e palla al centro, con qualche certezza, molti punti interrogativi e la prospettiva di affacciarsi a quella che di fatto è una fase completamente nuova della stagione. La Dinamo torna a casa dalla Final Eight di Firenze non certo col sorriso stampato sul viso ma neppure con il muso lungo e l’inquietudine che ne avevano accompagnato la vigilia.

La primissima fase dell’era Pozzecco si chiude con una vittoria per un punto e una sconfitta con l’identico scarto, due primi tempi estremamente negativi e due grandi rimonte fatte nei finali di gara. Tutte situazioni che, nel bene e nel male, resteranno a lungo nella memoria dei tifosi, ma che ragionevolmente potranno dare particolari punti di riferimento per il futuro.

Riposo&lavoro. Con il campionato che non tornerà prima del 3 marzo (nel frattempo ci sono gli impegni della nazionale) il nuovo coach della Dinamo avrà modo do lavorare in palestra con maggiore calma rispetto alle “corse” fatte nei tre giorni che hanno preceduto la kermesse fiorentina. Intanto comunque il gruppo biancoblù potrà beneficiare di alcuni giorni di riposo assoluto, una pausa quanto mai salutare al termine di un periodo particolarmente impegnativo e soprattutto all’indomani della rivoluzione portata dalle improvvise dimissioni di Vincenzo Esposito. Negli spogliatoi del Mandela Forum, subito dopo la sconfitta nella semifinale contro Brindisi, Gianmarco Pozzecco ha parlato non a caso di una certa stanchezza mentale da parte dei suoi ragazzi. Un fatto comprensibile, proprio alla luce di quanto accaduto nell’ultimo mese, tra infortuni, nuovi arrivi, impegni ravvicinati e ribaltoni a livello tecnico.

La condizione. Dal punto di vista fisico il Banco di Sardegna è sembrato invece all’altezza della situazione: i due primi tempi-flop hanno condizionato entrambe le gare di Firenze, ma appaiono chiaramente legati alla flessione rilevata dallo stesso Pozzecco. In assenza di una condizione generale solida, anche e soprattutto da parte dei giocatori al rientro dai rispettivi infortuni (Pierre, McGee e Carter) non si sarebbero certamente visti due secondi tempi di buon livello e due rimonte sorprendenti.

Il nuovo corso. Ora in casa Dinamo ci sarà necessariamente da fare tabula rasa: alcune delle idee e delle regole imposte da coach Esposito potranno anche venire salvate e riutilizzate, ma due partite sono state sufficienti per confermare come il credo cestistico di Pozzecco sia sensibilmente differente rispetto a quello del suo predecessore. Dalla “Dinamo di Esposito” vista anche a Firenze, come confermato proprio dal nuovo tecnico, si apre ora la transizione alla “Dinamo di Pozzecco”: l’obiettivo dell’ex play della nazionale è quello di alleggerire progressivamente l’imponente agenda tecnica costruita da Esposito, che aveva messo sul fuoco quasi 40 schemi.

L’idea di Pozzecco è quella di sfruttare maggiormente le doti fisico-atletiche dei suoi uomini, per chiarezza, semplicità e per adattarsi meglio alle caratteristiche di una squadra che ha perso per strada Petteway e Bamforth e ha messo dentro in corsa Carter e McGee.

Potrebbe non trattarsi di un processo rapido, ma già il mese di marzo, tra Fiba Europe Cup e campionato (sfide con Cremona, Venezia, Pistoia, Trento
e Bologna) potrebbe decidere gran parte dei destini della Dinamo per quanto riguarda questa stagione. E a catena, chiaramente, anche il destino di Pozzecco come coach della Dinamo. La Final Eight è stato solo un assaggio, ora bisogna tornare in cucina e preparare da capo tutte le portate.
Immagine


Rispondi

Torna a “Sport Basket”