Fill'e Fortuna e la storia dell'ENAOLI di Iglesias

Avatar utente
Connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: Sì
Messaggi: 5813
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 3 times
Been thanked: 0
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Fill'e Fortuna e la storia dell'ENAOLI di Iglesias

Messaggio da skywalker » 05/06/2018, 15:13


Link


LA SETTIMANA INCOM / 00622
In un auditorio romano, consegna del 127 milioni raccolti per la costruzione di asili per orfani di lavoratori.
data: 19/07/1951
durata: 00:01:00
colore: b/n
sonoro: sonoro
codice filmato: I062203

La campagna per la raccolta dei fondi è stata sponsorizzata dalla RAI col titolo di "Catena per la felicità". I 127 milioni raccolti serviranno per la costruzione di tre grandi asili-scuola a Iglesias, a Comacchio e nella Valle di Ofanto. presente alla manifestazione un rappresentate dell'ENAOLI, il dottor Giaccone.


Immagine


Avatar utente
Connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: Sì
Messaggi: 5813
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 3 times
Been thanked: 0
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Fill'e Fortuna e la storia dell'ENAOLI di Iglesias

Messaggio da skywalker » 05/06/2018, 15:17

Archivio storico all'ex Enaoli

IGLESIAS.L'archivio storico comunale conserverà presto al suo interno un altro archivio: quello dell'ex ENAOLI (Ente Nazionale per l'Assistenza agli Orfani dei Lavoratori Italiani).
Si tratta di documenti datati dal 1956 al 1983, relativi all'attività dell'ente che venne soppresso nel 1979, oggi conservati all'interno di un'aula dell'edificio.
Il materiale è sistemato fortunosamente, come si legge nella proposta di deliberazione della giunta, e presto da quell'aula dovrà essere sfrattato perché sono previsti lavori di restauro per adibirla ad uso scolastico.
Il destino di tutti questi documenti rischiava di essere la totale dispersione, ma all'interno dell'istituto professionale Galileo Ferrarsi, che ha oggi sede nei locali dell'ex ENAOLI, è maturata l'idea di cederli al comune.
E' stato il dirigente scolastico a comunicare al comune la presenza dell'archivio, e il comune si è dimostrato disposto all'acquisizione (gratuita) del materiale che andrà ad aggiungersi a quello (abbondante) già custodito presso l'Archivio Storico.(ls)
Immagine


Rispondi

Torna a “Storia Moderna”