• Bentornato su SardegnaIsland

Il Bisso

Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9671
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 7 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Il Bisso

Messaggio da skywalker » 21/01/2019, 12:05

Il bisso è una fibra tessile di origine animale, una sorta di seta naturale marina ottenuta dai filamenti secreti da una specie di molluschi bivalvi marini (Pinna nobilis) endemica del Mediterraneo e volgarmente nota come nacchera o penna, la cui lavorazione è stata sviluppata esclusivamente nell'area mediterranea

Immagine

Dal bisso si ricavavano pregiatissimi e costosi tessuti con i quali probabilmente già nell'antichità si confezionavano tessuti e vesti ostentati come veri e propri status symbol dai personaggi più influenti delle società babilonese, assira, fenicia, ebraica, greca e infine romana. Tuttavia la comunità scientifica ha sempre ritenuto che il bisso in questione fosse una qualità superiore di lino o addirittura di cotone, ignorando praticamente l'esistenza dell'omonima fibra animale. Il più antico manufatto in seta marina rinvenuto archeologicamente risale effettivamente solo al IV secolo: le fibre, riconosciute in sezione al microscopio elettronico come bisso di Pinna nobilis, vennero alla luce nel 1912 in una tomba femminile ad Aquincum (oggi Budapest), per essere poi distrutte da un bombardamento durante la seconda guerra mondiale. L'oggetto più antico realizzato in bisso marino oggi disponibile è una cuffia lavorata a maglia rinvenuta nel 1978 in una campagna di scavi archeologici presso la basilica di Saint Denis a Parigi: la datazione stratigrafica la pone nel XIV secolo.

Il bisso inoltre aveva spiccate proprietà terapeutiche ben conosciute dai pescatori in quanto grazie alla sua potente proprietà emostatica era usato per la medicazione delle ferite che i pescatori frequentemente si procuravano con gli arnesi da pesca.

Fino alla metà del Novecento il bisso veniva ancora raccolto e lavorato in Puglia, nel territorio di Taranto con il nome di "lana-penna". In Sardegna, nell'area di Cussorgia, tra Calasetta e Sant'Antioco, la morbida fibra dal colore bruno-dorato viene ancora filata, tessuta e utilizzata per realizzare preziosissimi ricami. Sempre a Sant'Antioco permangono in attività alcune persone in grado di tessere il bisso, tra cui Chiara Vigo, i cui lavori sono stati esposti nel centro lagunare in un museo a tema, e le sorelle Giuseppina e Assuntina Pes, che hanno curato la sezione sulla seta marina presso il Museo Etnografico di Sant'Antioco.

La Pinna nobilis, bivalve di grosse misure che può arrivare a un metro di lunghezza, è considerata a rischio estinzione a causa della pesca indiscriminata, dell'inquinamento e della diminuzione delle aree dove crescere. La specie è sottoposta a regime di protezione e tutela in conformità a Atti Ufficiali quali la Convenzione di Barcellona (1995), ratificata dal Governo Italiano con la legge n° 175 del 25/05/1999, e la Direttiva Habitat della Comunità Europea (43/92). Sulla base di questi atti ufficiali è proibita la raccolta, l'uccisione, la detenzione, la commercializzazione e persino l'esposizione ai fini commerciali della specie. La produzione di vero bisso è quindi praticamente inesistente.

Al giorno d'oggi il termine "bisso" indica tessuti pregiati, molto leggeri e trasparenti, ad armatura tela, in cotone o lino, adatti al ricamo. Il crescente interesse di archeologi e filologi suscitato negli anni 2000 da fibre, tessuti e più in generale problematiche connesse all'industria tessile antica hanno avuto come conseguenza il fiorire di numerosi studi. Recentemente alcuni di questi hanno discusso la possibile identificazione già a partire dall'Età del Ferro della seta marina con la fibra identificata durante tutto il I millennio a.C. dal termine bisso.


Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9671
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 7 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Il Bisso

Messaggio da skywalker » 21/01/2019, 12:11

CHIARA VIGO, IL MAESTRO DEL FILO DEL MARE – SANT’ANTIOCO

Immagine

Chiara Vigo è il maestro del filo del mare, il bisso.
Il bisso è ricavato dalla preziosissima Pinna Nobilis, un mollusco gigante che può raggiungere anche il metro e mezzo di grandezza.
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9671
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 7 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Il Bisso

Messaggio da skywalker » 21/01/2019, 12:12

Immagine

Questo mollusco, è un incrocio tra una cozza ed un’ostrica e, al suo interno, possiede una ghiandola setacea che produce una sorta di collagene cheratinato: questa bava di cheratina viene sputata fuori dal mollusco a causa della contrazione e del movimento delle due valve.

A contatto con l’acqua, la bava si solidifica e produce un batuffolo marrone, simile ad una barba incolta con in mezzo piccole incrostazioni di conchiglie, alghe e coralli: Il materiale viene lavorato e sbiondato, e solo allora diventa bisso.
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9671
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 7 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Il Bisso

Messaggio da skywalker » 21/01/2019, 12:14

Immagine

La porta della sua stanza, è sempre aperta. Per 365 giorni all’anno, Chiara è lì dentro, che accoglie i visitatori e mostra a tutti la sua arte.
Un’arte che le fu insegnata dalla nonna (maestra di tele da museo), e che lei continua a tramandare ed insegnare gratuitamente a chiunque voglia impararla.
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9671
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 7 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Il Bisso

Messaggio da skywalker » 21/01/2019, 12:14

Immagine
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9671
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 7 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Il Bisso

Messaggio da skywalker » 21/01/2019, 12:14

Immagine

La fibra del bisso è color oro, la cardatura – la fase di pulizia del materiale- avviene con un cardo a spilli. Prima di allora, però, il bioccolo deve essere dissalato per 25 giorni dentro un miscuglio liquido composto da succo di limone, cedro e alghe che lo rende elastico e resistente. Chiara, dopo aver estratto un piccolo ciuffo di materiale con il cardo a spillo, lo fila con un fuso di ginepro. È da quel momento che il bisso, diventato filo per tessere, viene passato a mano dentro l’ordito di lino in un grande telaio a pedale, oppure tessuto con le unghie, in un altro telaio più piccolo.
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9671
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 7 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Il Bisso

Messaggio da skywalker » 21/01/2019, 12:16

Immagine
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9671
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 7 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Il Bisso

Messaggio da skywalker » 21/01/2019, 12:16

Immagine
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9671
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 7 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Il Bisso

Messaggio da skywalker » 21/01/2019, 12:17

Immagine

Il bisso viene anche colorato con materiali naturali come foglie, radici e viene fissato con acqua e sale; Il preparato viene esposto all’aria durante le notti di luna piena: l’umido lunare favorisce il completamento del processo alchemico di fissaggio del colore.
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 9671
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 7 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Il Bisso

Messaggio da skywalker » 21/01/2019, 12:19

Immagine

Da questo procedimento, nascono colori bellissimi di intensità forte e di memoria antica: sono, infatti, i colori che venivano usati per ornare le vesti dei sacerdoti e dei re.
Immagine


Rispondi

Torna a “Letteratura, Poesia, Cinema & Arte”