• Bentornato su SardegnaIsland

Miss Italia - Fase regionale

Rispondi
Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 13098
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 9 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Re: Miss Italia - Fase regionale

Messaggio da skywalker » 01/09/2018, 16:43

Immagine

Spezzigu Marianna


Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 13098
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 9 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Re: Miss Italia - Fase regionale

Messaggio da skywalker » 01/09/2018, 16:44

Immagine

Fusco Bianca
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 13098
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 9 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Miss Italia - Fase regionale

Messaggio da skywalker » 28/08/2019, 14:48

Miss Sardegna, Benedetta Casciano mora dal cuore d’oro
La ragazza cagliaritana, diciotto anni, bruna, alta un metro e 78 è una millennial generosa: «Vorrei fare il medico e aiutare chi soffre»

Immagine

«Sono timida ma, se serve, ho un bel caratterino». Benedetta Casciano, la più bella del reame. Senza filtri né confini. Pronta a lottare nella finalissima del 6 settembre a Jesolo. Miss Italia Sardegna 2019 («Dedico il titolo a mia madre Rita e al mio fidanzato Edoardo» dice tutto d'un fiato) al teatro all'aperto La Mandria di Castiadas è stata incoronata con le lacrime al viso. Commossa e quasi incredula: «Pensavo vincesse Gaia Marini. Giovane e dai tratti mediterranei come me. Un identikit che può rappresentare al meglio le qualità e gli umori della nostra regione».

Amante della Sardegna, tenace nel difendere i pregi isolani, tosta anche sul sogno del futuro: «Voglio fare medicina per diventare chirurgo e lavorare al pronto soccorso. Le ragioni? Aiutare il prossimo». Detto da una ragazza che ha compiuto 18 anni il 3 maggio scorso, in un mondo in cui trionfa il menefreghismo e il pensare per se stessi, fa un certo effetto. Una millenial dai tratti speciali, quella che ha chiuso la finalissima sul palco di Castiadas. Trionfatrice su diciotto colleghe della scuderia Venus Dea di Maurizio Ciaccio, concessionaria del concorso di bellezza tricolore. Benedetta marcia spedita. «Un regalo? Il biglietto per andare a Mestre, dove sosterrò le mie sette compagne, e poi alla finalissima di Jesolo dove accedo di diritto».
Mora, capelli castani, un metro e 78 per 60 chili («La statura elevata mi ha costretto a interrompere il pattinaggio artistico» dice con un filo di rimpianto) un carattere «che molte volte non faccio uscire fuori. La vittoria? Non me l'aspettavo. Ma, a essere sincera, il voler vincere premia la mia forza nel sentirmi sarda e ambasciatrice nel mio piccolo della mia terra. Per me è stato un onore rappresentare Cagliari, adesso lo sarà tenere alto il vessillo della Sardegna». Giovane e attenta al contesto. Territorio, identità, la voglia di promuovere e catapultare le bellezze dell'isola su qualsiasi fronte. Miss Casciano non sembra voler lasciare nulla al caso.

Immagine

Bianca Fusco, Miss Italia Sardegna 2018, al terzo anno di Scienze ambientali all'Università di Cagliari, la salutata così: «Sono felicissima per lei per le altre che andranno a Mestre. Un consiglio? Non indossate una maschera, le persone vere vincono». L'abbraccio tra Benedetta e Bianca è stato esemplare. Il trasloco della coroncina, simbolo e messaggio al tempo stesso. La regina studia al liceo scientifico Pacinotti: «Vado in quinta, Secchiona? No. Mi impegna e prendo bei voti». Con un bersaglio già accennato: «Vorrei fare la volontaria del primo soccorso. Mi iscriverò nell'associazione di mia zia Laura. Da ragazzina mi portava alle riunioni, l'associazionismo solidale mi ha colpito».

Lettrice di opere romantiche, ultimo titolo divorato "Buonanotte amore mio" di Daniela Volonté, Benedetta adora il reggaeton. E se va al mare, poche storie: «Campus a Villasimius è il luogo in cui stare a mollo». Infine, il sogno, quello importante da incorniciare: «Se dovessi andare avanti a Miss Italia, sarei curiosa di cimentarmi nello spettacolo. Tv, moda o cinema? Va bene tutto».
Immagine


Rispondi

Torna a “Tutto...Anzi di più”