• Menu utente
  • Avatar utente

    LoginIscriviti

    Nome utente:


    Password:

Oggi è domenica 25 febbraio 2018, 2:06


Benvenuto Anonymous!    Iscriviti  oppure effettua il  Login       

Iscriviti a SardegnaIsland

Dal cuore del mare emerge il territorio sardo che vi stupirà per quanto vasti e mutevoli siano i paesaggi, le tradizioni e gli accenti. "Quasi un continente". Se ami la Sardegna, sei arrivato nel posto giusto. Iscriviti, così farai parte attiva di questa comunità.

FESTIVAL DI SANREMO

Moderatori: skywalker, Cuore Rossoblu, thaitu, Collaboratori

Regole del forum
Per un corretto utilizzo del forum prima di postare invito a leggere il regolamento, le FAQ e le info e spiegazioni sul forum Amministrazione, grazie. I nuovi iscritti troveranno molto utili le informazioni che sono inserite in questo link:
viewtopic.php?f=8&t=7
utenti che seguono il topic: thaitu

FESTIVAL DI SANREMO

Messaggioda thaitu il sabato 9 gennaio 2010, 0:41

FESTIVAL DI SANREMO 2010 / Anticipazioni Sanremo: Susan Boyle e Lady GaGa ospiti. News Festival Sanremo
Festival di Sanremo anticipazioni Ospiti - La cantante Susan Boyle, secondo le ultime indiscrezioni sarà uno dei super ospiti del Festival di Sanremo 2010.

Immagine


La conduttrice Antonella Clerici quest'anno vuole davvero stupire tutti e pare che stia lavorando per portare sul palco anche la strepitosa Lady GaGa.

Per il gala della memoria canteranno 8 grandi artisti. Sicuri Elisa e Claudio Baglioni, possibili Vasco Rossi, Gianna Nannini, Eros Ramazzotti, Laura Pausini, Antonello Venditti.

Capitolo valletti, anticipazioni gossip: nella prima puntata Paolo Bonolis e Luca Laurenti affiancheranno Antonella Clerici per un avvio scoppiettante Nella seconda serata a fianco della conduttrice potrebbe esserci uno sportivo, probabilmente il pluricampione del Mondo Valentino Rossi. Nelle puntate successive troveranno spazio Christian De Sica, Pippo Baudo, Ezio Greggio e Costanzo.

- Uno Notizie Roma -
Immagine
Le persone giungono sempre al momento giusto nei luoghi in cui sono attese.
PAULO COELHO

ImmagineImmagine
Avatar utente
thaitu
Iolao
Iolao
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Festival di Sanremo

Messaggioda Cuore Rossoblu il giovedì 14 febbraio 2013, 12:39

Ilaria Porceddu Sanremo 2013: Oggi la sua serata tra le giovani promesse

Sanremo 2013, nella sezione giovani stavolta sarà la volta di Ilaria Porceddu, la cantante sarda sarà protagonista con la canzone in Equilibrio, 5 anni dopo la prima edizione di X-Factor.

Immagine

Ho sentito la canzone è molto bella, ha una parte cantata in sardo, lei ha una voce stupenda :-bd :-bd :-bd

La cantante sarda già protagonista assoluta della prima edizione di X-Factor (dove arrivò in semifinale), che ha già avuto la soddisfazione in passato di aprire i tour di Gino Paoli e Ron, ma che adesso si presenta a Sanremo alla ricerca della sua consacrazione finale.

In bocca al lupo alla 26enne di Assemini :-bd :-bd :-bd

Ecco un'anteprima del brano

[youtube]Wv-AhcXh4Ho[/youtube]
ImmagineImmagine
Avatar utente
Cuore Rossoblu
Sardus Pater
Sardus Pater
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: FESTIVAL DI SANREMO

Messaggioda Cuore Rossoblu il venerdì 15 febbraio 2013, 18:14

laria Porceddu, con "In equilibrio", e Antonio Maggio, con "Mi servirebbe sapere", entrambi provenienti da X Factor, sono due dei giovani che ieri son passati in finale al festival di Sanremo. Ilaria, 25 anni, che ha mosso i primi passi musicali a Assemini si è trasferita a Roma ed è sbarcata al festival dopo aver inciso un album nel 2008 e essersi laureata in etnomusicologia. Poi un percorso di studio e concerti. Il suo brano è ispirato a La Strada di Fellini e ha il ritornello in sardo. :ymapplause: :ymapplause: :ymapplause: :-bd :-bd :-bd

Immagine

Ansa.it
ImmagineImmagine
Avatar utente
Cuore Rossoblu
Sardus Pater
Sardus Pater
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: FESTIVAL DI SANREMO

Messaggioda Cuore Rossoblu il sabato 16 febbraio 2013, 9:43

Serata amarcord quella andata in scena ieri al Festival di Sanremo con il ritorno di Pippo Baudo sul palco dell'Ariston, l'omaggio a Mike Bongiorno e le canzoni che hanno fatto la storia della kermesse interpretate dai 14 big in gara.
La "Sanremo Story", si è conclusa con la proclamazione del vincitore della categoria giovani, il cantautore pugliese Antonio Maggio con il brano "Mi servirebbe sapere".

Immagine

Il vincitore della categoria giovani tra i quattro artisti rimasti in gara, Antonio Maggio, i Blastema, Ilaria Porceddu e Renzo Rubino, che si è aggiudicato il premio della critica, è stato decretato dal pubblico da casa con il televoto e dalla giuria di qualità presieduta dal premio Oscar Nicola Piovani.

Peccato per Ilaria.... a me la sua canzone piace tanto :-bd :-bd :-bd
ImmagineImmagine
Avatar utente
Cuore Rossoblu
Sardus Pater
Sardus Pater
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: FESTIVAL DI SANREMO

Messaggioda skywalker il sabato 16 febbraio 2013, 12:37

Comunque Ilaria si è difesa bene arrivando anche in finale. Bravissima, ha dimostrato che il talento non le manca.
Immagine
Immagine


Disegno i sogni e coloro la realtà
Avatar utente
skywalker
Amministratore
Amministratore
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: FESTIVAL DI SANREMO

Messaggioda thaitu il domenica 17 febbraio 2013, 19:45

Sanremo, vince Marco Mengoni"Dedico il premio a Luigi Tenco"


Immagine


Marco Mengoni ha vinto il 63/o Festival di Sanremo con 'L'essenziale', un risultato che si è delineato non appena è iniziato il televoto. Mengoni era in testa dalla prima votazione popolare.

"Dedico la vittoria a tutte le persone che mi hanno sostenuto e continuano a farlo, la dedico alla mia 'crew' di lavoro, che è nuova è si è fatta un mazzo tanto per arrivare qui e creare un nuovo progetto, la dedico a Luigi Tenco e ringrazio la famiglia per aver mandato degli auguri sentiti". E' il commento a caldo in sala stampa di Marco Mengoni, vincitore del 63/o festival di Sanremo. "Sono contento, mi sembra di essere un po' cresciuto grazie alle collaborazioni avute in questi anni", ha aggiunto.

E' evidente che la Giuria di Qualità ha solo in parte compensato il televoto come è altrettanto evidente che Mengoni, che ha iniziato da 'X Factor' comincia a riscuotere consensi anche al di fuori del mondo talent. Al secondo posto Elio e le Storie tese, con 'La canzone mononota' - che vincono anche il premio della critica Mia Martini e quello per il miglior arrangiamento - terzi i Modà con 'Se si potesse non morire'. La serata finale che ha segnato il trionfo del pop è stata aperta da Wagner e Verdi e, sul podio, Daniel Harding, uno dei direttori d'orchestra più prestigiosi della scena internazionale. Non solo un modo per riprendere il discorso iniziato con il Va pensiero nella prima serata, ma anche per rimarcare la vocazione a mescolare generi e temi di questo festival e della tv targata Fazio. La finale, si sa, è una maratona con i 14 campioni che fanno riascoltare i loro brani e i tre finalisti che si giocano i posti sul podio. La meccanica del racconto è ormai collaudata: per usare un'immagine calcistica, Fazio fa il regista con licenza di inventare (vedi imitazioni, sketch e canzoni), la Littizzetto l'imprevedibile solista. Lucianina è entrata in scena con un costume da farfalla ("Sono Belan, siamo tre fratelli, Belen, Belan e ...", ha detto ridendo), ha fatto sua la protesta dell'Orchestra sinfonica di Sanremo a corto di risorse e ha proposto l'elogio della 'non bellezzà. Nel gioco di reciproci sfottò, stasera la Littizzetto si è presa qualche rivincita trovando la complicità di una radiosa Bianca Balti, super model e disponibile al gioco e in Martin Castrogiovanni, uomo simbolo della nazionale di rugby, personaggio impegnato nella solidarietà e dotato di una contagiosa simpatia. "La Littizzetto mi fa paura" ha dichiarato oggi in conferenza stampa. Un clima giocoso, aiutato dal modo in cui i due conduttori sdrammatizzano la liturgia della gara, che fa da contraltare alla tensione dei cantanti che, va detto, stasera, hanno interpretato il loro brano con maggiore sicurezza. C'è stato anche il ritorno della comicità con Claudio Bisio che, con grande maestria, è riuscito a parlare di politica senza creare sconquassi. E' partito da un vecchio monologo sui personaggi di Topolino ma poi si è mosso sul filo, scherzando sulla contestazione a Maurizio Crozza e ha rovesciato il piano, rivolgendo sugli elettori ("vendere il voto è come vendere l'anima al diavolo. C'è chi lo fa per 50 euro, Faust lo ha fatto in cambio dell'immortalità") le accuse che di solito vengono rivolte ai politici. "Pensa che bello sarebbe avere come presidente del Consiglio un uomo o una donna normale, che va in tv una, due volte all'anno". Super ospite musicale Andrea Bocelli che, in omaggio al festival da dove è partita la sua carriera, si è proposto in chiave pop. Prima 'La voce del silenziò, poi l'esibizione con Amos, il diciottenne figlio pianista nato proprio quando il papà cantava 'Con te partiro": insieme hanno fatto ascoltare "Love me tender" e 'Quizas Quizas Quizas'. A rappresentare l'altra faccia del pop, Birdy (nome d'arte di Jasmine van den Bogaerde), diciottenne star diventata una diva adolescenziale grazie al brano inserito nella colonna di 'Hunger Games', ma che ha un repertorio basato su brani di alcune delle più belle realtà del rock contemporaneo come Mumford and Sons e Bon Iver, la band che ha inciso 'Skinny Lovè, il brano che ha proposto stasera al festival. Splendido l'intervento di Lutz Forster, ballerino simbolo di Pina Bausch e protagonista di una coreografia su Leaozinho, un classico di Caetano Veloso, ospite ieri del festival. Appropriato il sotto finale con l'elenco delle cose ("io ne ho viste di cose che voi umani ...") incredibili viste dietro e sul palco: d'altra parte se a un vecchio maresciallo dell'esercito dell'Urss avessero detto che nel 2013 il coro dell'Armata Rossa avrebbe cantato Lalalala con Toto Cutugno cosa avrebbe detto?

Domenica 17 febbraio 2013 07:31

http://www.unionesarda.it/Articoli/Articolo/304873
Immagine
Le persone giungono sempre al momento giusto nei luoghi in cui sono attese.
PAULO COELHO

ImmagineImmagine
Avatar utente
thaitu
Iolao
Iolao
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: FESTIVAL DI SANREMO

Messaggioda skywalker il domenica 14 febbraio 2016, 7:58

Immagine

Sanremo, trionfo Stadio, seconda Michielin, terzi Caccamo&Iurato

"Un giorno mi dirai" vince la 66esima edizione del festival: un grande successo per la band di Gaetano Curreri al termine di una lunga serata di musica, ospiti e grande show

E' Un giorno mi dirai la canzone vincitrice della 66esima edizione del Festival di Sanremo. Gli Stadio, dopo il grande successo ottenuto nella giornata delle cover con La sera dei miracoli, in un duetto virtuale con Lucio Dalla, conquistano il primo posto seguìti dalla giovanissima Francesca Michielin (Nessun grado di separazione) mentre sul gradino più basso del podio ci sono Giovanni caccamo e Debora Iurato con la loro Via da qui. I risultati al termine di una lunga serata di musica, ospiti e grande show, dall'esibizione di Roberto Bolle al mini-live di Renato Zero.

"Dimentichiamo tutto con un amen" canta Francesco Gabbani, il vincitore della Nuove proposte che apre la serata, poi un videocollegamento con il Volo, i tre ragazzi vincitori del festival 2015 ma si entra subito nel vivo con il ripescaggio, deciso dal televoto, di uno dei cinque artisti finiti in zona-rischio nella quarta serata: l'artista che rientra in competizione è Irene Fornaciari. Via, dunque, Zero assoluto, Bluvertigo, Neffa, Dear Jack. Prima che arrivino i Campioni, c'è sul palco un campionissimo della danza, Roberto Bolle, che si esibisce in una coreografia sulle note di We will rock you dei Queen: "L'abbinamento di un inno rock come quello con la danza classica - commentato Bolle - con il corpo di un ballerino classico pensavo fosse il migliore per questa serata e per far vedere la modernità della mia arte". Tanto moderno, Bolle, da prestarsi più tardi a un siparietto con Virginia Raffaele e a ballare con lei il cult della Cuccarini La notte vola.

Immagine

La gara comincia con Francesca Michielin, vent'anni, l'unica fra i Campioni a partecipare a Sanremo per la prima volta e già la più ascoltata in radio con Nessun grado di separazione. debuttano i videomessaggi di in bocca al lupo: per lei c'è Fiorello, che ricorda che nello stesso anno in cui la Michielin nasceva, il 1995 lui partecipava a Sanremo: "Chi me l'ha detto? Ma il maestro Vessicchio. Era in sala parto e disse: questa ragazza fra ventun anni la dirigerò io". A Francesca augura "di arrivare quinta, come successe a me, perché arrivare quinti a Sanremo porta bene. Se poi dovessi vincere, riproveremo ad arrivare quinti l'anno prossimo". C'è il videomessaggio di Miguel Bosè per il secondo Campione in gara, Alessio Bernabei (Noi siamo infinito).

Immagine

"Finalmente Virginia", esclama Carlo Conti chiamando sul palco la Raffaele che, appunto finalmente, si presenta con il suo "vero" volto, dopo aver cambiato faccia dalla Ferilli a Carla Fracci a Donatella Versace a Belen. fasciata in una lungo abito nero con spacco e bottincini arcobaleno. Tocca a lei presentare Clementino (Quando sono lontano), che conclude l'esibizione dicendo "un giorno all'improvviso m'innamorai di te", un passaggio da uno dei cori del repertorio dei tifosi del Napoli. Per lui, il videomessaggio di Salvatore Esposito, Genny Savastano nella serie Gomorra. Mentre tocca a Loredana Bertè l'in bocca al lupo per Patty Pravo, applauditissima dopo la sua Cieli immensi. Un saluto di Ficarra e Picone introduce Lorenzo Fragola (Infinite volte), J-Ax per Noemi (La borsa di una donna).

Poi la gara si ferma per un ospite speciale, richiesto a gran voce, arrivato a Sanremo sull'onda di una campagna social: sette milioni di dischi in trent'anni di carriera, Cristina D'Avena porta all'Ariston una vita di sigle televisive di cartoon. Il valzer del moscerino, Kiss me Licia, Occhi di gatto, i Puffi, la D'Avena passa in rassegna tutti i suoi cavalli di battaglia fra gli applausi della platea. La gara riprende con un (altro) colpo di teatro di Elio e le storie tese - la loro Vincere l'odio la videopresenta Mal - che si presentano vestiti come i Kiss

Immagine

"A furia di dire che hanno le chiavi dell'Ariston, va a finire che cacciano via me" aveva detto in giornata Carlo Conti, lasciando intendere che ci fosse un ospite a sorpresa. Lui le chiavi dell'Ariston le ha "date" agli amici di sempre, Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni che entrano dalla platea poi scherzano sul palco con Conti per lanciare lo spettacolo che li vedrà protagonisti il 5 settembre all'Arena di Verona. "Stai sempre in tv - gli dice Panariello - ormai per parlare con te bisogna andare o in televisione o in un solarium". Le battute sui Pooh, "sembrano Dorian Grey, loro rimangono giovani e invecchia solo Riccardo Fogli", "il palco dell'Ariston ringiovanisce, hai visto Elton John? Ha avuto un figlio e non sembra nemmeno che l'abbia fatto lui". Poi la gag della locandina, una foto di uno spettacolo del 1994, Pieraccioni e Panariello e Carlo Conti al centro; "non vuoi venire all'Arena di Verona con noi? E allorea guarda chi viene", e la foto di Conti viene sostituita da quella di Matteo Renzi, "è di Firenze come te, non parla una parola di inglese come te, deve sempre fare tutto lui, è sempre in televisione come te". "Ma lo avete interpellato per sapere se vuole venire?", chiede Conti; "perché - risponde Panariello - lui ci ha interpellati a noi italiani per fare il presidente del Consiglio?". Alla foto di conti si sostituisce quella di Chewbecca, del maestro Beppe Vessicchio ("uno che sta sempre con la bacchetta di fuori"), Peppa Pig ("tu c'hai la Madalina, noi ci s'ha la maialina").

E' Arisa, con il saluto di Giusy Ferreri, a riaprire la gara (Guardando il cielo), poi gli Stadio (Un giorno mi dirai), introdotti da Carlo Verdone e acclamati dal pubblico e Annalisa (Il diluvio universale), con "un grandissimo, personale in bocca al lupo" di Francesco Renga. "Un artista unico, originale, creativo, geniale", così Conti presenta Renato Zero che regala subito al pubblico un medley di Favola mia, Più su amico, Nei giardini che nessuno sa, Cercami, Il cielo, I migliori anni. Fra il medley e Triangolo e Mi vendo, che fa cantare tutta la sala, e Gli anni miei raccontami, che anticipa il nuovo album Alt in uscita l'8 aprile, Zero si lancia in ardite riflessioni che vanno dall'aver imparato a spingere il carrello al supermercato, alla guerra, alla paura dell'Ariston, "sono due anni e mezzo che non calco queste tavole e c'avevo una fifa... Stavo per chiamare il cardiologo", ai grandi del teatro e al loro rapporto col camerino. I fiori di Sanremo riservati a ogni artista, lui li lancia a una signora in prima fila gridando "i fiori di Sanremo per me sono i fiori di Sanremo per loro", poi si dilegua fra un "vi amo" e un "non dimenticatemi".

La gara si avvia al termine, è la volta di Rocco Hunt (Wake up) con videomessaggio di Vincenzo Salemme, Dolcenera (Ora o mai più) anticipata da un video con Emis Killa, Raffaella Carrà e Max Pezzali giudici di The Voice. Francesco Pannofino "presenta" Enrico Ruggeri (Il primo amore non si scorda mai), Giovanni Caccamo e Deborah Iurato (Via da qui), con video di Giuliano Sangiorgi autore del brano, mentre è Fabrizio Moro, autore di Finalmente piove, a videopresentare Valerio Scanu. Chiude la lista dei Campioni in gara Irene Fornaciari (Blu), ieri sera in zona rischio e ripescata dal televoto.

Arriva una prima classifica, provvisioria. Nelle prime tre posizioni il duo Caccamo & Iurato, Francesca Michielin, gli Stadio acclamati dal pubblico in sala. Riparte il televoto del pubblico a casa. Prima della proclamazione dei vincitori, la rassegna stampa di Rocco Tanica: "Un saluto a Renato Zero, che i migliori anni della nostra vita questa sera ce li ha portati via con un discorso di quarantadue minuti".
Immagine
Immagine


Disegno i sogni e coloro la realtà
Avatar utente
skywalker
Amministratore
Amministratore
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: FESTIVAL DI SANREMO

Messaggioda skywalker il domenica 14 febbraio 2016, 7:59

Immagine

Sanremo, trionfo Stadio, seconda Michielin, terzi Caccamo&Iurato

"Un giorno mi dirai" vince la 66esima edizione del festival: un grande successo per la band di Gaetano Curreri al termine di una lunga serata di musica, ospiti e grande show

E' Un giorno mi dirai la canzone vincitrice della 66esima edizione del Festival di Sanremo. Gli Stadio, dopo il grande successo ottenuto nella giornata delle cover con La sera dei miracoli, in un duetto virtuale con Lucio Dalla, conquistano il primo posto seguìti dalla giovanissima Francesca Michielin (Nessun grado di separazione) mentre sul gradino più basso del podio ci sono Giovanni caccamo e Debora Iurato con la loro Via da qui. I risultati al termine di una lunga serata di musica, ospiti e grande show, dall'esibizione di Roberto Bolle al mini-live di Renato Zero.

"Dimentichiamo tutto con un amen" canta Francesco Gabbani, il vincitore della Nuove proposte che apre la serata, poi un videocollegamento con il Volo, i tre ragazzi vincitori del festival 2015 ma si entra subito nel vivo con il ripescaggio, deciso dal televoto, di uno dei cinque artisti finiti in zona-rischio nella quarta serata: l'artista che rientra in competizione è Irene Fornaciari. Via, dunque, Zero assoluto, Bluvertigo, Neffa, Dear Jack. Prima che arrivino i Campioni, c'è sul palco un campionissimo della danza, Roberto Bolle, che si esibisce in una coreografia sulle note di We will rock you dei Queen: "L'abbinamento di un inno rock come quello con la danza classica - commentato Bolle - con il corpo di un ballerino classico pensavo fosse il migliore per questa serata e per far vedere la modernità della mia arte". Tanto moderno, Bolle, da prestarsi più tardi a un siparietto con Virginia Raffaele e a ballare con lei il cult della Cuccarini La notte vola.

Immagine

La gara comincia con Francesca Michielin, vent'anni, l'unica fra i Campioni a partecipare a Sanremo per la prima volta e già la più ascoltata in radio con Nessun grado di separazione. debuttano i videomessaggi di in bocca al lupo: per lei c'è Fiorello, che ricorda che nello stesso anno in cui la Michielin nasceva, il 1995 lui partecipava a Sanremo: "Chi me l'ha detto? Ma il maestro Vessicchio. Era in sala parto e disse: questa ragazza fra ventun anni la dirigerò io". A Francesca augura "di arrivare quinta, come successe a me, perché arrivare quinti a Sanremo porta bene. Se poi dovessi vincere, riproveremo ad arrivare quinti l'anno prossimo". C'è il videomessaggio di Miguel Bosè per il secondo Campione in gara, Alessio Bernabei (Noi siamo infinito).

Immagine

"Finalmente Virginia", esclama Carlo Conti chiamando sul palco la Raffaele che, appunto finalmente, si presenta con il suo "vero" volto, dopo aver cambiato faccia dalla Ferilli a Carla Fracci a Donatella Versace a Belen. fasciata in una lungo abito nero con spacco e bottincini arcobaleno. Tocca a lei presentare Clementino (Quando sono lontano), che conclude l'esibizione dicendo "un giorno all'improvviso m'innamorai di te", un passaggio da uno dei cori del repertorio dei tifosi del Napoli. Per lui, il videomessaggio di Salvatore Esposito, Genny Savastano nella serie Gomorra. Mentre tocca a Loredana Bertè l'in bocca al lupo per Patty Pravo, applauditissima dopo la sua Cieli immensi. Un saluto di Ficarra e Picone introduce Lorenzo Fragola (Infinite volte), J-Ax per Noemi (La borsa di una donna).

Poi la gara si ferma per un ospite speciale, richiesto a gran voce, arrivato a Sanremo sull'onda di una campagna social: sette milioni di dischi in trent'anni di carriera, Cristina D'Avena porta all'Ariston una vita di sigle televisive di cartoon. Il valzer del moscerino, Kiss me Licia, Occhi di gatto, i Puffi, la D'Avena passa in rassegna tutti i suoi cavalli di battaglia fra gli applausi della platea. La gara riprende con un (altro) colpo di teatro di Elio e le storie tese - la loro Vincere l'odio la videopresenta Mal - che si presentano vestiti come i Kiss

Immagine

"A furia di dire che hanno le chiavi dell'Ariston, va a finire che cacciano via me" aveva detto in giornata Carlo Conti, lasciando intendere che ci fosse un ospite a sorpresa. Lui le chiavi dell'Ariston le ha "date" agli amici di sempre, Giorgio Panariello e Leonardo Pieraccioni che entrano dalla platea poi scherzano sul palco con Conti per lanciare lo spettacolo che li vedrà protagonisti il 5 settembre all'Arena di Verona. "Stai sempre in tv - gli dice Panariello - ormai per parlare con te bisogna andare o in televisione o in un solarium". Le battute sui Pooh, "sembrano Dorian Grey, loro rimangono giovani e invecchia solo Riccardo Fogli", "il palco dell'Ariston ringiovanisce, hai visto Elton John? Ha avuto un figlio e non sembra nemmeno che l'abbia fatto lui". Poi la gag della locandina, una foto di uno spettacolo del 1994, Pieraccioni e Panariello e Carlo Conti al centro; "non vuoi venire all'Arena di Verona con noi? E allorea guarda chi viene", e la foto di Conti viene sostituita da quella di Matteo Renzi, "è di Firenze come te, non parla una parola di inglese come te, deve sempre fare tutto lui, è sempre in televisione come te". "Ma lo avete interpellato per sapere se vuole venire?", chiede Conti; "perché - risponde Panariello - lui ci ha interpellati a noi italiani per fare il presidente del Consiglio?". Alla foto di conti si sostituisce quella di Chewbecca, del maestro Beppe Vessicchio ("uno che sta sempre con la bacchetta di fuori"), Peppa Pig ("tu c'hai la Madalina, noi ci s'ha la maialina").

E' Arisa, con il saluto di Giusy Ferreri, a riaprire la gara (Guardando il cielo), poi gli Stadio (Un giorno mi dirai), introdotti da Carlo Verdone e acclamati dal pubblico e Annalisa (Il diluvio universale), con "un grandissimo, personale in bocca al lupo" di Francesco Renga. "Un artista unico, originale, creativo, geniale", così Conti presenta Renato Zero che regala subito al pubblico un medley di Favola mia, Più su amico, Nei giardini che nessuno sa, Cercami, Il cielo, I migliori anni. Fra il medley e Triangolo e Mi vendo, che fa cantare tutta la sala, e Gli anni miei raccontami, che anticipa il nuovo album Alt in uscita l'8 aprile, Zero si lancia in ardite riflessioni che vanno dall'aver imparato a spingere il carrello al supermercato, alla guerra, alla paura dell'Ariston, "sono due anni e mezzo che non calco queste tavole e c'avevo una fifa... Stavo per chiamare il cardiologo", ai grandi del teatro e al loro rapporto col camerino. I fiori di Sanremo riservati a ogni artista, lui li lancia a una signora in prima fila gridando "i fiori di Sanremo per me sono i fiori di Sanremo per loro", poi si dilegua fra un "vi amo" e un "non dimenticatemi".

La gara si avvia al termine, è la volta di Rocco Hunt (Wake up) con videomessaggio di Vincenzo Salemme, Dolcenera (Ora o mai più) anticipata da un video con Emis Killa, Raffaella Carrà e Max Pezzali giudici di The Voice. Francesco Pannofino "presenta" Enrico Ruggeri (Il primo amore non si scorda mai), Giovanni Caccamo e Deborah Iurato (Via da qui), con video di Giuliano Sangiorgi autore del brano, mentre è Fabrizio Moro, autore di Finalmente piove, a videopresentare Valerio Scanu. Chiude la lista dei Campioni in gara Irene Fornaciari (Blu), ieri sera in zona rischio e ripescata dal televoto.

Arriva una prima classifica, provvisioria. Nelle prime tre posizioni il duo Caccamo & Iurato, Francesca Michielin, gli Stadio acclamati dal pubblico in sala. Riparte il televoto del pubblico a casa. Prima della proclamazione dei vincitori, la rassegna stampa di Rocco Tanica: "Un saluto a Renato Zero, che i migliori anni della nostra vita questa sera ce li ha portati via con un discorso di quarantadue minuti".
Immagine
Immagine


Disegno i sogni e coloro la realtà
Avatar utente
skywalker
Amministratore
Amministratore
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Re: FESTIVAL DI SANREMO

Messaggioda skywalker il domenica 11 febbraio 2018, 23:39

Sanremo, trionfano Meta e Moro
Sul podio Stato sociale e Annalisa

Immagine

Ultima serata per il Festival di Sanremo, giunto alla sua 68esima edizione.
A vincere sono Ermal Meta e Fabrizio Moro, secondo posto per Lo Stato Sociale, al terzo Annalisa.
Sul palco, come nei giorni scorsi, i conduttori Michelle Hunziker, Claudio Baglioni (che è anche il direttore artistico) e Pierfrancesco Favino.
Ultima serata per il Festival di Sanremo, giunto alla sua 68esima edizione.

A vincere sono Ermal Meta e Fabrizio Moro, secondo posto per Lo Stato Sociale, al terzo Annalisa.

Sul palco, come nei giorni scorsi, i conduttori Michelle Hunziker, Claudio Baglioni (che è anche il direttore artistico) e Pierfrancesco Favino.

In gara c'erano Luca Barbarossa, Red Canzian, The Kolors, Elio e le Storie Tese, Ron (premio della critica "Mia Martini"), Max Gazzè (premio "Giancarlo Bigazzi"), Annalisa, Renzo Rubino, Decibel, Ornella Vanoni-Pacifico-Bungaro (premio "Sergio Endrigo"), Caccamo, Lo Stato Sociale (premio sala stampa Lucio Dalla), Facchinetti-Fogli, Diodato e Roy Paci, Nina Zilli, Noemi, Meta-Moro (premio "Tim Music"), Avitabile-Servillo, Le Vibrazioni, Mario Biondi.
Venerdì è stato decretato il vincitore delle Nuove Proposte, Niccolò Morriconi, in arte Ultimo.
I VOTI - Una prima parte si basava sul televoto, le preferenze dei giornalisti e la giuria di qualità; alla seconda manche, invece, hanno avuto accesso solo i primi tre classificati, che sono stati Annalisa ("Il mondo prima di te"), lo Stato Sociale ("Una vita in vacanza"), Ermal Meta e Fabrizio Moro ("Non mi avete fatto niente").
GLI OSPITI - All'Ariston non è mancata Laura Pausini, che aveva dovuto rinviare la sua presenza nei giorni scorsi per motivi di salute, e che ha duettato con Baglioni, ma anche Fiorella Mannoia, il trio Nek-Pezzali-Renga e Antonella Clerici.
Immagine
Immagine


Disegno i sogni e coloro la realtà
Avatar utente
skywalker
Amministratore
Amministratore
 
Utenti Informazione Utenti Informazione

Pubblicità

 

Ritorna a Notizie e Attualità

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

  • Info utenti
  • Login
    Nome utente:

    Iscriviti
    Password:

    Ho dimenticato la password
    Collegami in automatico ad ogni visita
    Nascondi il mio stato per questa sessione

    Per eseguire il login devi essere registrato. La registrazione richiede solo pochi secondi e garantisce l’accesso alle funzioni avanzate. L’amministratore puó anche dare permessi speciali agli utenti. Prima di eseguire il login assicurati di aver letto i termini d’uso e le varie regole.

    Condizioni d’uso | Trattamento dei dati personali

  • VOTA SARDEGNAISLAND
  • forum.gsgonnesa.it Primo di categoria Tra i primi 10 In classifica 10000 punti ottenuti 50000 punti ottenuti sito Sito d'argento Sito Gold
  • Meteo Sardegna
  • Donazione
  • Utenti più Attivi
  • skywalker
    Nome utente Messaggi

    skywalker
    Sito web

    233490
    Cuore Rossoblu
    Nome utente Messaggi

    Cuore Rossoblu


    15899
    thaitu
    Nome utente Messaggi

    thaitu


    11873
    Mizar
    Nome utente Messaggi

    Mizar


    11739
    trix18
    Nome utente Messaggi

    trix18
    Sito web

    7083
    rambo
    Nome utente Messaggi

    rambo


    6873
  • Visite
  • Geolocation
  • Info RSS
  • RSS 2 Feed Forum
    RSS 2 Feed Allegati
  • Siti Amici
  • Content inhere...
  • Ascolta la radio
  •  

    Apri Radio in popup


    Scarica Flash Radio qui

  • Ritrovaci su Facebook
  • Fasi delle Terra e della Luna
 Risposte recenti
 Google Notizie

Chi ha letto questo argomento?

2 gli utenti che hanno letto questo argomento: Cuore Rossoblu (1), skywalker (4)