• Bentornato su SardegnaIsland

Io Tifoso

Tutto sul Calcio e lo Sport in generale
Rispondi
Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 8353
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 5 times
Been thanked: 0
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Io Tifoso

Messaggio da skywalker » 28/05/2018, 6:17

Siete appassionati di sport, tifate per una squadra, siete fan di un personaggio sportivo, volete commentare e dire la vostra su un episodio, su un'impresa sportiva. Insomma chiacchierare di sport. Questo


Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 8353
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 5 times
Been thanked: 0
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Re: Io Tifoso

Messaggio da skywalker » 16/06/2018, 6:51

Da Mosca a Kaliningrad, il torneo russo visto dall’Italia che resta a casa. Tante storie nella storia: paradossi, tele-visioni, stranezze e cinismi assortiti. Perché chi non c’è ha sempre torto, ma può divertirsi lo stesso senza prendersi troppo sul serio.

Io tifo Nigeria per metterlo in quel posto a Salvini. Io tifo Costa Rica perché la mia attrice preferita è Gianina Facio. Io tifo Arabia Saudita perché così cala il prezzo della benzina. Io sto con la Francia sempre per darlo in c. a Salvini. Io tifo Corea del Sud per dare una lezione a quel bullo di Kim e visto che è lì in giro anche a Trump. Io tifo Svezia perché il mio ex è di Malmoe. Dopo un giorno di Russia 2018 non ne possiamo più. La gara a chi è più anticonformista nel tifare contro le grandi squadre nazionali continua. Esercizio retorico dei più scontati. Terzomondismo d’accatto. Rivoluzione (russa) mentre si sfoglia l’album Panini. Giaculatoria da juventini veltroniani pentiti.

Tanto i mondiali di calcio li vincono sempre le grandi squadre. Punto. Soyez realiste demandez l’impossibile, ma non durante i mondiali. Non è che un Giappone qualsiasi si inventa pericolo per il Brasile. Non basta chiamare l’allenatore esotico e da brocchi scarpari si diventa fatine e fantasisti. Se nasci Al-Faraj magari vai in giro in Ferrari ma la coppa del mondo la sollevi durante una polluzione notturna. Germania, Brasile, Argentina, Italia. Francia se va bene. Uruguay quando ancora mio nonno portava le braghe corte. Inghilterra con il compiacente aiuto di un guardialinee russo. Vincono sempre loro e riga. Eppure il radicalismo chic della pesca tra i simpatici giocatori tutto cuore e poca tecnica non si ferma. Se si vuole un aperitivo equo e solidale con bianchetto frizzante biologico con fermentazione sui lieviti a Russia 2018 fa al caso tuo l’Islanda. Niente male anche le nazionali centroamericane. Il Messico ad esempio. Luogo di mare e sole, terra ricca di scorribande di grandi guerriglieri che ancora fanno vibrare i ricordi di quando si andava in piazza a manifestare per qualcosa.

Ancora più “in” quest’anno è tifare Australia. Perché qui si mischia il lato volgare e spaccone dei dispersi isolani alla Crocodile Dundee con il fascino incontaminato delle lande da conquista turistica. E poi qualche aborigeno lo si fa sempre contento. Fateci caso però: tra le squadre che non vinceranno mai il Mondiale, ce ne sono alcune relegate nel ghetto dell’oblio eterno. Brocchi pietosi ma storie politiche impresentabili. Per i cattivissimi serbi, ad esempio, il radical alternativo non tiferà mai. Mentre la sgarrupata squadra iraniana è buona e cara ma un tifo esagitato per quei governanti ancora alle prese con l’ayatollah meglio non esibirlo in pubblico. Che è un po’ come se qualcuno non tifasse Italia perché in tribuna, in braccio a Putin, ci sono Salvini, Di Maio e Conte che, per inciso, a un gol di Balotelli magari reclamerebbero un fuorigioco. Anche se il tifo più glam è quello per le nazionali africane. L’apoteosi: un grande giornalista sportivo nei giorni scorsi ha detto “tifo sempre per una squadra africana, quest’anno tifo Senegal”. Sembra che la delegazione del Perù l’abbia presa molto a male.
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 8353
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 5 times
Been thanked: 0
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Re: Io Tifoso

Messaggio da skywalker » 23/06/2018, 11:19

Inter, Moratti promuove il mercato: "Con Nainggolan si potrà lottare per lo scudetto"

Immagine

L'ex presidente nerazzurro è soddisfatto di quanto fatto fino ad ora dalla nuova società. Si continua a trattare con il Bordeaux per Malcom che dovrà presentarsi in ritiro con i francesi

MILANO - Massimo Moratti, ex presidente dell'Inter, promuove a pieni voti il mercato fatto fin qui dai nerazzurri. "Finora niente sul mercato è stato sbagliato, mi sembra abbiano preso tutti giocatori funzionali a quelle che sono le idee dell'allenatore. Un'Inter che può lottare per lo scudetto e sicuramente potrà fare bene anche in Coppa dei Campioni", dice l'imprenditore milanese a fcinter1908.

Moratti, poi, sull'operazione con la Roma per Radja Nainggolan, conclusa per 24 milioni di euro più Zaniolo e Santon in giallorosso, commenta con entusiasmo: "È un combattente. Sia dal punto di vista del carattere che dal punto di vista della forza che dà alla squadra. In campo è veramente utile, ha molta classe ed è un giocatore completo".

Infine, sul presunto scambio Suso-Brozovic, l'ex numero uno del club, sottolinea: "Al Milan piace Brozovic? Anche all'Inter piace, poi è l'allenatore che deve giudicare, ma noi a centrocampo abbiamo bisogno di giocatori come Brozovic. Suso, certamente, è un giocatore forte. Cosa penso dell'ipotetico scambio? Non so giudicare ma mi meraviglia un po'".

MALCOM IN RITIRO COL BORDEAUX, L'INTER NON MOLLA - Con le operazioni De Vrij, Asamoah, Lautaro Martinez e Nainggolan alle spalle, l'Inter non si ferma. Tant'è che i dirigenti nerazzurri continuano a guardare in casa del Bordeaux per Malcom. Secondo la stampa francese, il calciatore dovrebbe presentarsi in ritiro agli ordini del tecnico Gustavo Poyet tra una settimana. Ma nulla è tramontato, perché i due club proseguono a discutere per cercare di trovare l'intesa, che non è stata raggiunta e che difficilmente lo sarà tra sette giorni, quando Malcom si ritroverà con i suoi compagni per preparare la prossima stagione. La società francese chiede 8 milioni per il prestito e 30 per il riscatto. I nerazzurri, dal canto loro, stanno valutando i costi dell'operazione. I confronti tra i due club continueranno nelle prossime settimane, con i nerazzurri convinti di poter strappare Malcom al Bordeaux.

Intanto, Andrea Pinamonti sembra essere ad un passo dal Genoa. Per la chiusura della trattativa mancano solo alcuni dettagli. In particolare il diritto di 'recompra'. L'Inter non lo vorrebbe inferiore ai 18 milioni, il Genoa chiede, invece, che non sia inferire ai 25 milioni.
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 8353
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 5 times
Been thanked: 0
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Re: Io Tifoso

Messaggio da skywalker » 25/06/2018, 8:05

Inter, Spalletti: "Nainggolan è la turbina che mancava al nostro motore"

Immagine

Il tecnico accoglie con entusiasmo il belga: "E' un ninja, non un samurai, che si batte con tutti in campo". Il giocatore accolto dai tifosi: "Sono contento"
"E' la turbina che mancava al nostro motore, quello che ti dà la vampata". Luciano Spalletti accoglie così Radja Nainggolan, giunto in serata a Milano per le visite mediche. "Il fatto che da quando ha saputo che era sul mercato ha scelto di venire assolutamente all'Inter è un messaggio importante - sottolinea il tecnico nerazzurro ai microfoni di Sky Sport - Sappiamo che vuole fare bene, il carattere ce l'ha tutto per andarsi a battere contro qualsiasi avversario: è un ninja, non un samurai, che si batte con tutti in campo".

Il rapporto con Spalletti è stato decisivo ma non solo: "ha contato l'Inter. Quando ha giocato contro questa squadra, come tutti ha potuto vedere l'amore che ci circonda, i moltissimi tifosi. Abbiamo i più presenti deel campionato, questa massa di persone che ci hanno sempre scortato dentro tutti gli stadi, ci hanno sempre indicato la strada. Questo piace ai calciatori, vedere che restano ad applaudirti anche quando perdi perchè hanno saputo valutare l'impegno, è qualcosa che va al di là del risultato". Ma il tecnico di Certaldo annuncia anche una novità tattica: "con De Vrij si vedrà anche una difesa a tre".
Spalletti entusiasta, come lo stesso Nainggolan, accolto dai tifosi in festa. "Sono contento" dice, e si scatena l'entusiasmo
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 8353
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 5 times
Been thanked: 0
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Re: Io Tifoso

Messaggio da skywalker » 25/06/2018, 14:42

Il mercato di Inter, Roma e Napoli può riaprire davvero la lotta scudetto? Forse, teoricamente è possibile, ma non si tiene conto che la Juve con Cancelo, Emre Can e magari Martial o Milinkovic Savic (ipotesi) dopo i mondiali è già scappata in avanti. Insomma il sorpasso ai bianconeri sul mercato è difficile tanto quanto quello in campionato...

Immagine

Cancelo - Can - Milinko - Martial

Lunedì 25 giugno 2018

Per molti motivi - probabilmente anche per via del grande scambio tra importanti squadre italiane - Inter e Roma finora hanno rubato la scena del mercato. In particolare con l’affare Nainggolan, che secondo la logica tifosa e parziale, rafforzerebbe moltissimo l’Inter ma non indebolirebbe la Roma. Il che, anche per un semplice principio fisico o anche di logica aristotelica, non dovrebbe essere possibile. Ma tant’è. (E tralascio dal discorso momentaneamente il Napoli che con Ancelotti, Fabian Ruiz, Verdi e Meret ha fatto molto anche se senza riflettori accesi e colpi scenografici che non sia quello dell’allenatore).

La semplice osservazione dei rinforzi nerazzurri (Martinez, Nainggolan, Asamoah, De Vrij) e giallorossi (Kluivert, Cristante, Pastore, Santon) porterebbe addirittura le due squadre a fare il salto scudetto. Anche ammesso che questo sia possibile e realmente concreto tutto ciò presupporrebbe comunque una situazione cristallizzata alla fine del campionato scorso. Che la Juventus ha vinto con 4 punti sul Napoli, 18 sulla Roma e 23 sull’Inter. Già, ma quanto di questo distacco è stato teoricamente e quanto realmente colmato?

E’ banale dirlo ma il mercato è dinamico per definizione, e forse si trascura - e direi pure parecchio - il fatto che la Juve abbia già fatto comunque un balzo in avanti. E alla squadra scudetto abbia già aggiunto bei pezzi. Da ultimo Cancelo, fuoriuscito dall’Inter che non poteva riscattarlo (e già questo ci dovrebbe dare una fotografia della differenza di potenziale), ma prima aveva già aggiunto, tra gli altri, Emre Can che è un bel pezzo da novanta per il centrocampo, Perin a fare da secondo a Szczesny (o eventualmente da primo se il polacco dovesse giocare come sta giocando ai mondiali), più Caldara, Spinazzola. E poi Martial come si dice adesso, altri eventuali in futuro (si dice Milinkovic Savic dopo i mondiali addirittura), ma questo ovviamente vale anche per gli altri.

La Juventus ha più liquidità e comunque maggior margine di manovra delle altre (teoricamente anche il Napoli ha ottimi margini di movimento). Vedremo a che punto sarà il 18 agosto, vigilia di campionato e cioè quando chiuderà ufficialmente il mercato. Difficile comunque sorpassarla in campionato, difficile sorpassarla pure sul mercato.
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 8353
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 5 times
Been thanked: 0
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Re: Io Tifoso

Messaggio da skywalker » 29/06/2018, 17:59



Inter, 'cerca trova': gli indizi nascosti nella campagna abbonamenti tra Dante e Mourinho
Una campagna abbonamenti 'divina', con i versi dell'Inferno di Dante 'a riveder le stelle', per celebrare il ritorno in Champions League dell'Inter. Ma soprattutto un'immagine artistica molto particolare realizzata dal fotografo spagnolo Joan Garrigosa: la composizione - ispirata al Giudizio Universale di Michelangelo - nasconde però tanti significati nascosti che fanno riferimento alla storia del club, ma anche all'arte e alla letteratura. Alcuni riferimenti sono decifrabili, mentre tutti gli altri verranno svelati dalla stessa società, che diffonderà un'audioguida per spiegarli nel dettaglio. Intanto però è partita la caccia dei tifosi ai riferimenti nascosti
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 8353
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 5 times
Been thanked: 0
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Re: Io Tifoso

Messaggio da skywalker » 29/06/2018, 18:00

Immagine
Immagine


Rispondi

Torna a “Il Bar dello Sport”