• Bentornato su SardegnaIsland

Finisce il viaggio di Air Italy

Rispondi
Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 12982
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 9 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Finisce il viaggio di Air Italy

Messaggio da skywalker » 12/02/2020, 11:30

IN LIQUIDAZIONE

Finisce il viaggio di Air Italy: continuità e voli, cosa succede ora
Decolli assicurati fino al 25 febbraio. La compagnia si è impegnata a garantire le tratte agevolate fino al 16 aprile. I sindacati annunciano scioperi

Immagine

Air Italy è ufficialmente "in liquidazione".

La decisione dell'assemblea dei soci (Alisarda 51%, Qatar Airways 49%) è arrivata ieri, constatata l'impossibilità di risanare il passivo (si parla di 230 milioni di euro, pari al 70% del fatturato). Una doccia fredda per i 1.200 dipendenti, 550 dei quali in Sardegna, e anche per i viaggiatori, che vedono scomparire uno dei vettori di collegamento aereo da e per la Sardegna.

Cosa succede ora per i passeggeri (35mila quelli che subiranno conseguenze immediate secondo Federconsumatori)?

CONTINUITÀ - "Air Italy si è impegnata, a continuare a svolgere i collegamenti in continuità territoriale con la Sardegna, fino al 16 aprile, data della conclusione del regime attualmente vigente", spiega l'Enac in una nota.

La compagnia, aggiunge Enac, "ha assunto l'impegno di provvedere ad adempiere a tutti i debiti con i fornitori dei servizi, compresi i diritti aeroportuali, e ha ribadito di aver posto in essere tutte le azioni necessarie a garantire la tutela dei passeggeri, in linea con quanto previsto dal Regolamento Comunitario, procedendo a una puntuale e chiara informativa verso tutti i soggetti interessati".

L'Enac, dal canto proprio, rafforzerà "ulteriormente il monitoraggio sul vettore previsto dal Regolamento, oltre che la vigilanza sulle operazioni relative alla sicurezza dei voli operati per conto della compagnia e al fine di verificare l'adozione di tutte le iniziative possibili a tutela del rispetto dei diritti dei passeggeri".

GLI ALTRI VOLI - Quanto ai voli non in continuità, Air Italy ha confermato che le tratte saranno garantite, riprotette, fino al 25 febbraio negli stessi orari stabiliti. Successivamente i passeggeri saranno riprotetti o rimborsati.

La compagnia, inoltre, "continuerà a garantire i servizi contrattualizzati con il ministero della Difesa e gli oneri di servizio pubblico, per tutta la durata degli impegni assunti.

I SINDACATI - La notizia ha ovviamente scatenato la reazione di sindacati e associazioni di categoria. I sindacati (Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto aereo), in un comunicato a firma congiunta, hanno annunciato uno sciopero nazionale di 24 ore proprio per il 25 febbraio, per tutto il personale dipendente delle società-compagnie del settore trasporto aereo.

"Da ormai troppo tempo le organizzazioni sindacali - si legge nella nota - richiedono inascoltate un tavolo di lavoro ministeriale ed una cabina di regia che abbia la finalità di riscrivere le regole del Settore.

Riteniamo infatti e lo abbiamo più volte sostenuto in ogni momento istituzionale di confronto che l'obiettivo principale ed ineludibile sia quello di porre fine alle cause ed agli effetti delle azioni di dumping industriale e contrattuale che hanno generato inaccettabili asimmetrie competitive".

IL TURISMO - Preoccupazione anche per gli operatori turistici: "Alla totale incertezza sugli sviluppi della continuità territoriale - dice il presidente di Federalberghi Paolo Manca - si aggiunge ora l'altra pesante

incognita della crisi di Air Italy, che si ripercuote anche sui lavoratori e sull'indotto. Non possiamo sostenere questo tracollo, i danni saranno enormi in termini di fatturati delle aziende, non solo quelle turistiche, di posti di lavoro e di perdita di appeal per l'immagine della Sardegna oltre Tirreno".

Di qui l'invito al ministro dei Trasporti, Paola De e alla giunta regionale guidata da Christian Solinas affinché "si attivino immediatamente per sostituire Air Italy con Alitalia sulle tratte da e per Olbia". "Fioccano le cancellazioni delle prenotazioni di pacchetti di camere già bloccate e questo, oltre a vanificare molti mesi di lavoro delle imprese, sta creando forti danni e grave preoccupazione per gli operatori", conclude Federalberghi.

LA REGIONE - Intanto, proprio il presidente della Regione, Christian Solinas, ha fatto sapere di aver convocato i vertici e gli azionisti di Air Italy. "Vogliamo conoscere - ha spiegato il governatore - i reali motivi che hanno

portato l'azienda in una situazione di sofferenza e disimpegno la cui liquidazione rappresenterebbe un duro colpo per il territorio gallurese e per tutta la Sardegna". "Ma vogliamo anche conoscere - aggiunge - il perché non sono state portate avanti tutte le iniziative per evitare la crisi. La salvaguardia dell'occupazione dei lavoratori di Air Italy e la tutela dell'economia turistica della Gallura - la chiosa - sono delle priorità imprescindibili".


Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 12982
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 9 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Finisce il viaggio di Air Italy

Messaggio da skywalker » 14/02/2020, 9:06

Ryanair: "Non compriamo Air Italy". Solinas: "Incontrerò Qatar Airways"
Il governatore: "Dobbiamo assicurare una compagnia aerea alla Sardegna". I consiglieri regionali d'opposizione incontrano il ministro De Micheli, che assicura: "Massimo impegno per tutelare i lavoratori"

Immagine

"Esiste solo una via d'uscita: assicurare alla Sardegna una compagnia aerea e garantire ai sardi una completa mobilità e i vantaggi economici derivanti dall'essere parte integrante ed accessibile di un mercato aperto".

Così il governatore della Regione Sardegna, Christian Solinas, in merito alla crisi che ha portato alla messa in liquidazione di Air Italy e che ha messo a repentaglio 550 posti di lavoro nell'Isola.

Lo stesso Solinas ha annunciato incontrerà Akbar Al Baker, amministratore delegato di Qatar Airways, il gruppo che detiene il 49% di Air Italy.

"Nell'interesse di tutti i sardi - continua il presidente della Regione - e con la massima attenzione alla tutela dei lavoratori, al valore industriale di un'esperienza e un know-how consolidato proseguiremo il dialogo già avviato a livello istituzionale per cogliere ogni opportunità possibile per consentire alla Sardegna di continuare a essere parte connessa e raggiungibile del Paese e dell'Europa".

Solinas, inoltre, conferma "fiducia sugli investimenti di Qatar Foundation endowment e Qatar Investment Authority nel quadro di una più ampia intesa tra Italia e Qatar, confermata di recente dalla visita di Mattarella Doha".

L'IPOTESI - Si fa strada intanto l'ipotesi di un ingresso della Regione negli assetti societari della compagnia. L'obiettivo è compensare, almeno in parte, la fuoriuscita del socio di maggioranza che detiene il 51% delle quote, Alisarda, che non ha alcuna intenzione di ripianare la perdita record di 230 milioni del 2019.

Per ora si tratta soltanto di un'ipotesi, ma il testo della legge di bilancio, che sarà trasmesso nelle prossime ore dalla Giunta alla commissione competente del Consiglio regionale, sarà integrato con un maxi emendamento che potrebbe contenere misure specifiche per la compagnia aerea.

Attraverso la Sfirs, la finanziaria regionale, la Regione entrerebbe così nella compagine societaria.

La Giunta non conferma e non smentisce, ma su questo percorso crede molto il Pd, che invoca "il modello vincente della Corsica".

RYANAIR - Le parole di Solinas arrivano al termine di una giornata iniziata con la conferma che Ryanair non farà alcuna offerta per acquisire Air Italy. Lo ha detto chiaramente e senza fronzoli in un'attesa conferenza stampa a Milano David O'Brien, Chief Commercial Officer della compagnia low cost.

"Chiariamo subito - ha detto - non c'è alcun interesse di Ryanair di comprare Air Italy. Per noi non ha alcuna utilità, Air Italy non ha slot che ci possono interessare.

L'interesse di Ryanair è tutto commerciale. L'azienda ha infatti annunciato "speciali tariffe di salvataggio" per accogliere i clienti di Air Italy i cui voli sono stati cancellati.

O'Brien ha comunque fatto degli annunci interessanti per la nostra regione. Ryanai potrebbe aprire una base nell'aeroporto di Olbia, e anche assumere alcuni lavoratori di Air Italy. "Siamo in discussione per farlo, per aprire una seconda base in Sardegna. Ci stiamo lavorando ma difficilmente succederà per l'estate, ed è un discorso indipendente rispetto a quello sulla liquidazione di Air Italy".

Per una nuova base tuttavia "servono più aeromobili e stiamo lavorando per averli". Il nodo sta tutto nei mezzi: "Con i nuovi aerei ci sarà anche la possibilità di riassorbire alcune unità del personale viaggiante di Air Italy che hanno perso il lavoro".

"Per ogni nuovo aereo - ha specificato - servono 30-40 persone di equipaggio. Conosciamo i piloti di Air Italy, sono ben preparai, se aumentiamo il numero di aeromobili ci sarà certamente lavoro per loro. Se poi riuscissimo a realizzare la base a Olbia, l'indotto potenziale sarebbe di 200 persone per ogni immobile basato".

Altro annuncio, sarà potenziata l'offerta di voli per l'Isola. Per la prossima stagione invernale Ryanair inaugurerà il collegamento Malpensa-Cagliari, e a marzo partirà il volo per Alghero, che continuerà ad operare per tutto l'inverno prossimo.

CRITICHE AD AIR ITALY E CONTINUITÀ - O'Brien non ha risparmiato una stoccata alla compagnia: "Siamo dispiaciuti per la vicenda e non cerchiamo di sfruttarla, noi proseguiamo la nostra crescita indipendentemente da Air Italy. Ma alcune cose vanno dette: il loro personale navigante era il 50%, il nostro è l'85%. Questo dato la dice lunga sull'efficienza delle compagnie aeree".

Poi, parlando della Sardegna, ha detto: "La Regione non ci ha approcciato in merito a questa vicenda, ma con l'ente ci sono contatti regolari. Siamo un vettore importante per la Sardegna. Nell'Isola andrebbe riformulato il sistema delle rotte di continuità territoriale, che sembrano fatte su misura per alcune compagnie aeree".

L'INCONTRO CONDE MICHELI - Sempre in queste ore il ministro dei Trasporti Paola De Micheli ha nuovamente espresso la "forte irritazione" del governo per la gestione della crisi di Air Italy e per il mancato coinvolgimento delle istituzioni.

L'esponente del Pd ha incontrato una delegazione delle forze di opposizione in Consiglio regionale, e ha ricordato l'invito del governo ai liquidatori di procedere con percorsi alternativi "che offrano maggiori garanzie e tutele ai lavoratori e ai passeggeri".

De Micheli ha parlato anche della continuità, nel suo incontro con i consiglieri sardi: "Sosterremo la regione sulla proroga dell'attuale bando", necessaria perché il bando è in scadenza il 16 aprile e la Giunta Solinas ancora deve preparare il nuovo (di cui una prima versione è stata bocciata da Bruxelles).

"Dobbiamo garantire che la compagnia possa operare per qualche mese, stasera ne parleremo con la De Micheli e troveremo una soluzione a breve", ha detto invece il ministro allo Sviluppo economico Stefano Patuanelli rispondendo al question time al Senato.
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 12982
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 9 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Finisce il viaggio di Air Italy

Messaggio da skywalker » 20/02/2020, 11:29

Air Italy, Solinas: "La Regione pronta a entrare nella società col 51 per cento"

Immagine

Il governatore della Sardegna lo dichiara al Sole 24 ore, Qatar Airways terrebbe il 49 per cento

Regione Sardegna pronta a investire sulla compagnia Air Italy con il 51%, con Qatar Airways che terrebbe il suo 49%. Lo ha detto - come riporta il sito del Sole 24 ore - il presidente della Regione sarda Christian Solinas, nel forum promosso da Il Sole 24 Ore Radiocor. «In questo momento - ha detto Solinas - registriamo una dichiarazione di intenti molto interessante e positiva da parte di Qatar Airways sull'intendimento di continuare a investire sul settore. Non essendo un vettore comunitario, Qatar Airways non può andare oltre il 49%. Il 51%, nel breve termine, può anche essere oggetto della partecipazione della società finanziaria regionale (la Sfirs) con l'idea di dare l'abbrivio a un piano industriale lungimirante, che possa favorire una ripartenza con la partecipazione della Regione. Stiamo verificando, sia dal punto di vista giuridico sia industriale, la percorribilità di questa strada». «Abbiamo una serie di contatti in corso con alcuni operatori che si sono fatti avanti, sia partner industriali del settore aeronautico, sia partner dell'indotto aeronautico», ha aggiunto il presidente della Regione Sardegna durante il forum. Tra i partner pubblici istituzionali, Solinas riferisce di dialoghi con la Regione Lombardia (dove sono presenti mille addetti di Air Italy a Milano Malpensa) e con la Regione Sicilia. «Stiamo anche intensificando i rapporti con il presidente della Corsica - ha aggiunto Solinas - per valutare il modello Air Corse, dove la comunità corsa partecipa al 70% della compagnia, cosa che ne fa un precedente in ambito Ue»
Immagine


Avatar utente
Non connesso

skywalker
Amministratore
Amministratore
Connesso: No
Messaggi: 12982
Iscritto il: 23/05/2018, 21:10
Località: Sardegna
Umore:
Has thanked: 9 times
Been thanked: 1 time
Gender:
Zodiac:
Contatta:
Italy

Finisce il viaggio di Air Italy

Messaggio da skywalker » 20/02/2020, 11:34

Air Italy, a Roma la protesta FOTO
Il ministro: "Ce la metterò tutta"

Immagine

Lavoratori Air Italy a Roma per fare sentire la propria voce.

I dipendenti, giunti anche dalla Sardegna, hanno organizzato un presidio davanti al Ministero dei Trasporti, dove è previsto un presidio, in occasione dell'incontro tra sindacati e ministro De Micheli.

Quest'ultima ha assicurato che l'obiettivo del governo è trasformare la procedura di liquidazione in procedura di concordato, per tutelare i posti di lavoro.

La cronaca della giornata:

Ore 10 - Inizia la mobilitazione dei lavoratori.

Ore 10.58 - Sono arrivati con la nave da Olbia e con i pullman da Milano i dipendenti di Air Italy. Tutti riuniti di fronte al ministero dei Trasporti a Roma, dove alle 11.30 il ministro Paola De Micheli incontrerà i rappresentanti sindacali e quelli istituzionali delle regioni Sardegna e Lombardia. Tutti insieme per cercare una soluzione alla crisi della compagnia aerea e soprattutto un modo per garantire gli ammortizzatori sociali ai 1400 lavoratori rimasti a terra. Al termine del vertice De Micheli farà il punto in una conferenza stampa.

Ore 10.45 - "Ce la metterò tutta". Così il ministro De Micheli ai lavoratori, prima di entrare al ministero. La riunione è fissata alle 11.30.

Ore 10.52 - Attacco dei Progressisti alla Giunta: "Un'armata Brancaleone.Ieri la vicepresidente Zedda aveva chiarito come non fosse attualmente allo studio della Giunta la partecipazione pubblica al capitale della società aerea. Poche ore dopo il Presidente della Regione, assente in Aula, rilasciava ad autorevoli quotidiani nazionali dichiarazioni diametralmente opposte. I casi sono due: o il Presidente prende posizioni non condivise con chi lo sostiene. Oppure ci troviamo di fronte a una gigantesca presa in giro".

Ore 11 - Presente a Roma anche il governatore Christian Solinas, che ha postato un messaggio su Instagram: "Tutte le azioni possibili che garantiscano salvaguardia dell’occupazione e del tessuto economico della nostra isola".


Immagine


Ore 11.07 - "La procedura di liquidazione di Air Italy va fermata e trovare una soluzione che permetta di riprendere a volare". Lo sottolinea il segretario generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi, prima dell'incontro al Ministero. "Bisogna convocare gli azionisti e pensare ad una soluzione che non può essere diversa da quella di Alitalia - continua Tarlazzi -. Non si può finanziare una e non l'altra".

Ore 11.15 - In contemporanea con la manifestazione di Roma, scende in campo anche la Fasi. La federazione dei circoli sardi ha organizzato un picchetto all'aeroporto di Linate, in solidarietà con i dipendenti Air Italy.

Ore 11.31 - "Bloccare la procedura di liquidazione e verificare se ci sono ipotesi diverse per Air Italy". Lo dichiara il segretario nazionale della Filt Cgil, Fabrizio Cuscito, entrando all'incontro al Mit.

Ore 12.13 - "Abbiamo avuto conferma dalla proprietà di Air Italy che non ha intenzione di modificare la procedura di liquidazione". Lo ha detto il ministro De Micheli durante l'incontro con i sindacati.

Ore 12.17 - "Dobbiamo fermare la procedura di liquidazione di Air Italy e vedere se Qatar Airways è ancora disponibile ad investire". Così Ivan Viglietti, segretario nazionale Uiltrasporti. "Il governo ci dovrà dire perché in un mercato del trasporto aereo in Italia che cresce tra il 6 e l'8% l'anno - ha proseguito Viglietti - e con 100 milioni di passeggeri trasportati le compagnie italiane falliscono lasciando il campo libero alle compagnie straniere".
Immagine


Rispondi

Torna a “Viaggiare da e per la Sardegna (Info)”